Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 settembre 2018

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Una vita in circolo

11.02.2018

Spazi e idee: è
questo il «cuore»
del paese

I partecipanti al Grest in occasione di una delle uscite inserite nel programma estivo
Il gruppo dei cuochi nella cucina del Circolo, il fulcro di tutte le iniziative degli amici del Noi
Il gruppo degli adolescenti, motore di tante iniziative del Circolo e della parrocchiaUn momento di divertimento durante il Grest, che caratterizza l’estate a San Pietro in CarianoIl direttivo del Circolo Noi carianese: il gioco di squadra produce sempre ottimi risultatiIl presidente Tiziano Fraccaroli
I partecipanti al Grest in occasione di una delle uscite inserite nel programma estivo Il gruppo dei cuochi nella cucina del Circolo, il fulcro di tutte le iniziative degli amici del Noi Il gruppo degli adolescenti, motore di tante iniziative del Circolo e della parrocchiaUn momento di divertimento durante il Grest, che caratterizza l’estate a San Pietro in CarianoIl direttivo del Circolo Noi carianese: il gioco di squadra produce sempre ottimi risultatiIl presidente Tiziano Fraccaroli

Incontrare il direttivo del Circolo Noi di San Pietro in Cariano è un’esperienza davvero gradevole. Ci si sente accolti in un clima familiare dal quale traspaiono l’amicizia che lega i vari membri e la consonanza nel perseguimento degli obiettivi prestabiliti sia dallo Statuto che dal programma uscito dall’assemblea annuale degli associati. Il presidente Tiziano Fraccaroli, riconfermato nel suo secondo mandato che scadrà nel 2019, mostra con orgoglio gli ambienti del Circolo che sono spaziosi e accoglienti. «D’altro canto», spiega, «le molteplici attività richiedono ambienti adeguati e confortevoli. I volontari sono sempre disponibili all’accoglienza e garantiscono ordine e pulizia ai molti gruppi ci chiedono di poterne usufruire. Ognuno di noi dà il suo contributo secondo le proprie capacità adeguandosi alle necessità». Intervengono anche altri membri del direttivo nell’illustrare quali sono le richieste che impegnano il gruppo dirigente e i volontari. «Noi», dice il vicepresidente Fernando Fornalè, «concediamo in comodato d’uso le nostre strutture a chi ce le chiede. Molti genitori domandano di poter usufruire delle nostre sale per i compleanni dei figli; altri ce le chiedono per feste di famiglia. Si svolgono da noi anche molte riunioni condominiali». Un altro consigliere aggiunge che si organizzano corsi di ballo latino americano e balli di gruppo. «E il gruppo yoga tiene qui da noi le sue lezioni». Importante per le entrate del Circolo è un’altra attività: il gruppo dei volontari cuochi è disponibile a fornire pranzi e cene per famiglie, gruppi e associazioni. Se questa è la disponibilità del Circolo verso le esigenze dei cittadini, molte altre sono le attività vere e proprie del Circolo. Ogni seconda domenica del mese la responsabile Bruna Lucchese organizza una tombolata per tutti con molto successo. Il Circolo apre i battenti tutti i pomeriggi, tranne il sabato, ed è gestito da volontari che turnano settimanalmente. In ottobre il Circolo è impegnato ad organizzare la Festa della Comunità, che coincide con la Festa del ringraziamento. In occasione della festa di San Martino si prepara una grande castagnata che attira non solo gli associati che, quest'anno, hanno raggiunto la ragguardevole cifra di 400 aderenti. Per San Silvestro si festeggia l'anno nuovo con un cenone, musiche e ballo. In occasione dell'Epifania, poi, si organizza il grande falò della Vecchia. In collaborazione con la Caritas parrocchiale, in marzo, si preparano le iniziative per la Festa della donna. Durante la Quaresima, per rimanere in sintonia con il periodo liturgico, il Circolo organizza la «Cena povera» il cui ricavato è devoluto alla parrocchia. Ogni venerdì sera il Circolo è aperto al Gruppo degli adolescenti che organizzano, dopo la messa, degli aperitivi particolari. Questi adolescenti formano il gruppo base degli animatori del Grest che, in luglio, utilizza tutti gli ambienti del Circolo. Ogni anno il Gruppo Adolescenti organizza, in febbraio, la «Settimana della Convivenza»; si tratta di un'esperienza interessante alla quale part ecipano una trentina di adolescenti con gli assistenti, che trascorrono giorno e notte, mangiano, studiano e dormono all’interno del Circolo per crescere insieme, sperimentare il valore della comunità e approfondire la conoscenza reciproca. Questa settimana è l'occasione per i volontari di prendersi qualche giorno di vacanza. Luglio è un mese particolarmente impegnativo per tutta l'organizzazione del Circolo perchè vi si svolge il Grest: tutto deve funzionare a pieno ritmo a cominciare dalle cucine per finire con l'impegno gravoso delle pulizie. È in atto anche una fruttuosa collaborazione con la Consulta anziani comunale: si organizzano feste, pranzi e una gita riservata alla terza età. Il tutto si svolge, prevalentemente, all’interno del Circolo Noi; soprattutto i pranzi con la partecipazione di più di un centinaio di anziani. Tutte queste attività, sia quelle fisse istituzionali che quelle occasionali, richiedono un grande e costante lavoro da parte dei volontari. I quali insistono nel sollecitare la partecipazione di nuovi ricambi perchè, come sostengono alcuni, passano quasi le intere giornate nel Circolo e le mogli... si fanno sentire. Quello di San Pietro in Cariano è un circolo molto attivo, impegnato a creare il clima di comunità e e incentivare la gioia di stare insieme, che sono le caratteristiche peculiari dell’associazione, tratte dallo spirito del Vangelo.

Gian Battista Muzzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1