23 marzo 2019

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Una vita in circolo

07.01.2018

Porto e Canove,
qui l’alleanza
è ricreativa

La premiazione del torneo di pallavoloUn gruppo di ragazzine durante il Grest organizzato dai Circoli Noi di Porto e CanoveIl curato don Enrico De StefaniIl vice Matteo CapatoI partecipanti alla tombola al Circolo Noi di CanoveAnna Chiara Zampieri e Mario Pagliarini del Circolo Noi di Canove
Un’attività del Grest che si è svolto al Circolo Noi di Porto la scorsa estateI partecipanti al torneo di basket a Porto, che si è disputato nel mese di giugno 2017
La premiazione del torneo di pallavoloUn gruppo di ragazzine durante il Grest organizzato dai Circoli Noi di Porto e CanoveIl curato don Enrico De StefaniIl vice Matteo CapatoI partecipanti alla tombola al Circolo Noi di CanoveAnna Chiara Zampieri e Mario Pagliarini del Circolo Noi di Canove Un’attività del Grest che si è svolto al Circolo Noi di Porto la scorsa estateI partecipanti al torneo di basket a Porto, che si è disputato nel mese di giugno 2017

Gian Battista Muzzi Dove oggi sorge il Circolo Noi «Salutis», a sinistra della facciata della chiesa parrocchiale e santuario, fino al 1982 c'era un bar gestito dalle Acli. Il parroco dell'epoca, don Alessandro Benini il 14 dicembre vi fondò un'associazione per l'educazione pastorale della comunità civile e religiosa di PortoLegnago: un circolo Anspi che si ispirasse al culto della Madonna della Salute, del quale fu eletto presidente. Il Circolo Anspi continuò la sua vita fino al 2002 quando, mutati i tempi e le condizioni della realtà sociale e religiosa, fu trasformato in circolo aderente all'Associazione «Oratori e Circoli Noi» di Verona. Gli ambienti gestiti dal Circolo servono per l'attuazione delle finalità statutarie del Noi «Salutis» e sono: una grande sala bar con biliardo, un’altra grande sala attigua alla prima, la sala «don Bosco», adibita ai compleanni; al piano superiore un teatro da 220 posti e una palestra nella quale, tre sere alla settimana, si svolgono corsi di ginnastica (pilates, step, tonificazione e yoga). Dietro la chiesa c'è anche un campo di calcio in erba a undici. Il Circolo, che vanta 800 iscritti in un paese di 5mila abitanti, è aperto tutti i giorni dalle 15.30 alle 18.30 e la gestione è affidata ai volontari, coordinati da Luisella Saggioro. Dal giovedì è aperto anche la sera. Il mercoledì mattina, giorno di mercato, i ragazzi del Centro diurno «Il Tulipano» aprono e gestiscono il Circolo con i assistenti e animatori. Il programma delle attività annuali viene stabilito dal direttivo del Circolo; tuttavia, durante l'anno sociale, se si presentano opportunità oppure ostacoli, si è sempre pronti ad apportare le modifiche necessarie, con grande elasticità. Lo spirito di appartenenza al Circolo viene cementato attraverso alcune cene o altre iniziative come la Castagnata in occasione di San Martino (11 novembre). Non poca importanza viene data al frequentatissimo cenone di San Silvestro, il cui ricavato è devoluto all’Operazione Mato Grosso. Anche per la ricorrenza dell'Epifania non sono mancati una grande tombola, l’arrivo dei Magi e il lancio delle lanterne. Le famiglie degli associati vengono spesso coinvolte anche con i loro figli: è il caso del Carnevale con il concorso delle mascherine. Gli associati non lasciano passare occasione per ritrovarsi anche con passeggiate e gite. A cavallo della festa dei santi Pietro e Paolo, patroni della parrocchia, si svolge la sagra. Tutta l'area davanti alla chiesa diventa zona pedonale ed è invasa da giostre e bancarelle. Nel campo sportivo si monta la pista da ballo e ci si diverte fino a tardi. Anche alcuni appuntamenti sportivi riempiono l'estate. Prima dell'inizio del Grest il Circolo mette a disposizione del Legnago Basket il campo per l'organizzazione di un torneo per i ragazzi di quarta e quinta elementare che dura una settimana, tutte le sere. In collaborazione con il Griffon Volley di Legnago il Circolo Noi organizza un torneo di pallavolo, della durata di una settimana, per ragazzi dai 13 anni in su. Dura ormai da trent'anni, invece, il tradizionale «Mundialito», notissimo torneo di calcio che, da tre anni, coinvolge solo giovani e famiglie. Ma la partecipazione è alta e l'afflusso di pubblico in aumento. Da ottobre ad aprile, il teatro Mignon ospita la stagione teatrale, organizzata dal Comitato di gestione del teatro; si tratta di nove commedie, in prevalenza dialettali, che negli anni scorsi erano introdotte dalla presenza di Roberto Puliero con la sua compagnia «La Barcaccia». Diverso il discorso per il gemello Circolo Noi «Sant'Agostino» di Canove, frazione legnaghese di 600 abitanti, la cui parrocchia è dedicata appunto a Sant'Agostino. Non vi risiede alcun prete e l'assistenza religiosa è garantita dai sacerdoti della parrocchia di PortoLegnago. Dal 1995, però, è sorto il Circolo che, insieme, ad altre associazioni, cerca di vivacizzare i momenti e le ricorrenze più salienti della comunità. Innanzitutto il Circolo Noi ha una sua sede: un grande salone, in attesa che sia agibile anche l’ambiente al piano superiore, da adibire ad incontri e manifestazioni culturali. Ha un suo comitato direttivo e riesce a raccogliere, ogni anno, più di una ottantina di associati: 75 adulti e 7 ragazzi, per l'esattezza. Come si nota dai dati del tesseramento è facile intuire che il clou delle iniziative sia rivolto agli anziani. Infatti la sede è aperta il sabato sera prevalentemente per il gioco della briscola e, una volta al mese, dietro grande richiesta delle signore, per la tombola. Non mancano, però, durante l'Avvento e la Quaresima altre iniziative di carattere prettamente culturale. Si tratta di un cineforum condotto da un sacerdote, che affronta problemi sociali per stimolare il dibattito e favorire il dialogo. Il programma annuale prevede anche, in gennaio, una lotteria a premi il cui ricavato viene devoluto in parte al Circolo e in parte all'Associazione Ascom che ha una missione in Burundi. L'anno sociale si conclude in Maggio con una biciclettata per tutti i tesserati. Durante l'estate le iniziative del vicino Circolo Noi di Porto attirano anche gli iscritti di Canove. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Circolo Noi,
ripartenza grazie
alle donne
Barbara e Cristina:
noi ci siamo. Franco:
«Aumentati i giovani»
Il Noi, grandi
cose con umiltà
e impegno
Dalla Befana al Grest
e al Palio un anno
vissuto intensamente
Novaglie, il
«Noi» è sempre
in movimento
Lavorare
insieme
per crescere
Corsi, idee,
proposte a misura
di famiglie
Alleati per far
crescere il paese
Lo spirito del Noi:
al centro
della comunità
Dal country a
triathlon,
largo alle idee
Allo Stadio
il gioco di squadra
mette le Ali
«Un ambiente
sereno
per i figli»
Spazi e idee,
il «Noi» fa
crescere Casette
«È un ponte
con la comunità»
Passioni e tempo libero moltiplicati per tre
Catechesi, le
famiglie al centro
Salus, il primo
ad accettare
la sfida del Noi
Salizzole, quelli
del Noi hanno
fatto tredici
«Il Circolo e i volontari
sono già il nostro futuro»
San Rocco, la grande
famiglia del «Noi»
Grest e campi scuola
si fanno in tre a Marano
«Carnevale e sagra,
Fagnano siamo Noi»
«Un super grazie
a chi crede in
questa realtà»
«Per divertirsi
il cellulare
resta a casa»
«Se non ci fosse il
Circolo si dovrebbe
inventarlo»
«C’è un sentire comune
fa bene anche alla fede»
Tante idee per
frenare la fuga
della gioventù
Erbè, la rinascita
e tante idee
per crescere
«Presenza significativa
Il Circolo serve a tutti»
Corno-San Vito,
insieme non
solo per sport
«Il Circolo
è la nostra
frontiera»
Tomba Extra,
uno spirito
da protagonisti
«Siamo un ponte
fra strada e chiesa»
Gli adolescenti al
centro: «Sono
la nostra priorità»
Giovani e adulti,
a Soave si
sono fatti in due
«Partiamo dalla
famiglia per
diffondere la fede»
Vicini nel segno
dell’Amicizia anche
quando l’età avanza
«Noi», lo spazio
dove si cammina
insieme
Casa don Bosco, la vita
comune che fa crescere
Non solo «bar dei
preti» ma una
palestra di vita
«La Sorgente», tanto calcio ma non solo
«Siamo un condominio
al servizio dei ragazzi»
Al «Noi» le volontarie
fanno la differenza
«Un ambiente familiare
che dà fiducia ai genitori»
Il primo impegno?
Aiutare la comunità
«Noi», il volontariato che fa bene a Lazise
Teatro, corsi e cene: partecipare è bello
«Coinvolgere
i genitori così il
Circolo è di tutti»
San Martino,
il Noi moltiplicato
per cinque
Ivano e Lauro
sono la
memoria storica
«Senza sede,
ogni luogo è
occasione d’incontro»
A Illasi il miglior
investimento
è la famiglia
«Noialtri», sport
e gite per
fare gruppo
Don Luigi: «Lavoriamo
insieme per
la gioventù»
È il gioco di
squadra che fa
vincere il «Noi»
Il Perdon d’Assisi
all’origine
della sagra
Unità pastorale,
la sfida di un
cammino comune
Amanda, nata
grazie a
papa Paolo VI
«Uno spazio di
relazioni dove
riannodare legami»
I volontari fanno
grande l’estate
del «Noi»
Grest, 200 giovani
nel segno d i«Yubi»
Star, un unico
percorso per
quattro comunità
Sognare insieme,
così cambiamo
il paese
Quelli del «Noi»,
volontariato
senza colori
Dai giovani al teatro
l’importante è esserci
Amicizia e rispetto:
«Qui ci si sente
a proprio agio»
Al Circolo tutti
sono al centro
del mondo
«Volontari e creativi
qui nasce la comunità»
Si investe sui
bambini coinvolgendo
le famiglie
Dai Primi passi al
Grest vince lo
spirito di gruppo
Qui si offre l’ambiente
giusto per i ragazzi
«A Santa Maria
il punto fermo
siamo Noi»
Campalano, gli
anziani sono
protagonisti
Fede e campanilismo
in difesa
delle tradizioni
Don Franco: la missione
è coinvolgere le famiglie
Quelli del Noi,
volontari coi
piedi per terra
Don Pietro: «L’Acr
e gli scout sono il
nostro valore aggiunto»
Tempo libero
formativo su
misura per le famiglie
Dossobuono,
giovani con
lo spirito giusto
Coinvolgere le
famiglie per far
crescere i ragazzi
Noi Pèraro, la
forza trainante
dei giovani
Un contenitore
di idee che
aiuta a crescere
Catechismo, Grest,
Acr tutto gira
intorno al Noi
Dossobuono,
giovani con lo
spirito giusto
«Il Noi è una soglia:
qui si trova lo
spazio libero»
Impegno e
passione, altro
che gente da bar
Il Circolo? «Una
grande risorsa
educativa»
«Il Ritrovo» fa
muovere tutta
Vangadizza
Don Vittorino:
«I gruppi fanno
crescere la fede»
Gioia e idee,
qui l’importante
è partecipare
Tutto in famiglia:
la fede s’accende
stando insieme
«Bar dei preti»,
qui batte il
cuore del paese
«Il Noi rende concreto
quel che dice il Vangelo»
«Noi», officina
delle idee e
spirito vincente
La forza del
volontariato fa
crescere la parrocchia
«Noi di Sangio»,
la vera gioia
è condividere
Giovani e famiglie,
un’intesa vincente
Spazi e idee: è
questo il «cuore»
del paese
Bussolengo vince
la sfida della
solidarietà
Una Chiesa aperta a
tutti che aiuta e produce idee