Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 dicembre 2017

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Una vita in circolo

03.12.2017

Porte sempre aperte
ai piccoli e ai grandi

Foto di gruppo per i partecipanti alla «tre giorni» al mare del Circolo NoiLa presidente Maria Regina Zecchini alle prese con una paellaUna serata teatrale al Circolo Noi di Cavalcaselle con la compagnia Maistrachi che ha proposto «La Locandiera»I ragazzini del Grest di Cavalcaselle
Foto di gruppo per i partecipanti alla «tre giorni» al mare del Circolo NoiLa presidente Maria Regina Zecchini alle prese con una paellaUna serata teatrale al Circolo Noi di Cavalcaselle con la compagnia Maistrachi che ha proposto «La Locandiera»I ragazzini del Grest di Cavalcaselle

Gian Battista Muzzi

È proprio vero, come sostengono gli associati, che nei Circoli Noi si vive un clima familiare. Si è accolti con il sorriso e con la più grande disponibilità al dialogo. È così anche a Cavalcaselle, il cui il Circolo è un ambiente accogliente e luminoso, epicentro di molte iniziative che coinvolgono centinaia di persone. L'attuale struttura risale al 1992 quando l'allora parroco don Luigi Stefanoni rinnovò e trasformò il vecchio cinema parrocchiale costruito negli anni ’50 da don Armando Scattolini con il determinante contributo dei volontari del paese. Di don Scattolini vale la pena citare la passione oratoriana, testimoniata anche da un Bollettino salesiano del 1949, che parla di 27 cavalcasellesi accompagnati dal parroco in pellegrinaggio a Torino, il 21 aprile di quell’anno, al Santuario di Maria Ausiliatrice, la protettrice delle opere di san Giovanni Bosco. Lo stabile in cui opera il Circolo Noi è di proprietà della parrocchia. Negli anni ’90 il Centro parrocchiale era associato all'Anspi, nei primi anni del 2000 aderì all'Associazione Noi Verona. Cominciò così una vita nuova grazie alla gestione programmata dal consiglio direttivo e condivisa dagli associati. Da un anno la presidente è Maria Regina Zecchini, che esprime la sua soddisfazione per il lavoro svolto. «In questi anni», spiega entusiasta la presidente, «il nostro Circolo è diventato sempre più importante. Siamo soddisfatti del percorso intrapreso e dei risultati ottenuti in questo primo anno di direttivo. È un'esperienza per me molto importante: la mia famiglia si è sempre adoperata per Cavalcaselle e io sono una persona che ama e rispetta le tradizioni. Diamo importanza ad ogni singolo evento che organizziamo, dal pranzo domenicale per la Comunità fino all'Antica Fiera: abbiamo stimato che in tre giorni di eventi il Centro Parrocchiale ha registrato un afflusso di circa 500 persone. «Non nascondo che all'inizio io ero alquanto preoccupata: ero in attesa della mia piccola Maria Letizia, e questa nuova esperienza del Circolo Noi era una cosa del tutto nuova e inesplorata», sottolinea Maria Regina Zecchini. «Ho avuto la fortuna di avere al mio fianco un marito che mi sostiene sempre e un gruppo di volontari e amici che sono come una seconda famiglia per me. Sono tutte persone straordinarie, membri del direttivo e tanti volontari che ogni volta collaborano e non hanno paura di rimboccarsi le maniche e costruire qualcosa di buono per la nostra Comunità». La finalità del Circolo sono volte eminentemente all'animazione del tempo libero con l'intento di coinvolgere le famiglie. «Avevamo cominciato, per esempio, ad organizzare, la terza domenica di ogni mese, un pranzo per gli anziani: piano piano si è trasformato nel pranzo della comunità». Come funziona il Centro Parrocchiale? «Il Circolo Noi gestisce il bar. Utilizziamo, naturalmente, anche la cucina per tutti gli incontri conviviali e, a questo proposito, dobbiamo ringraziare le nostre cuoche sempre disponibili e professionali; utilizziamo anche il salone per le iniziative culturali e di svago, che sono molto frequentate. Al piano superiore ci sono otto aule che servono per il catechismo e per le molte attività dell'Associazione Euterpe, che collabora dandoci anche un certo lustro culturale». Il Centro è aperto dal lunedì alla domenica, tutti i pomeriggi, per gli associati, che sono più di 400. Quali sono le attività che caratterizzano il Circolo? «Il direttivo programma le attività annuali e, di volta in volta secondo le circostanze, progetta e realizza nuove iniziative. Tra le tante voglio ricordare la Santa Lucia, che noi festeggiamo insieme ai bambini passando per le case del paese con un carretto, trainato da un asinello, dal quale la santa distribuisce i doni. «Celebriamo anche», sottolinea Zecchini, «la Festa della donna e la Festa del papà. Per noi è molto importante anche la Festa dei patroni, Santi Filippo e Giacomo, nella domenica vicina al 3 maggio. Facciamo due o tre giorni di festa con un pranzo per gli associati; il pomeriggio è dedicato ai bambini con uno spettacolo di magia e il divertimento delle bolle; e una cena con gli “Inseparabili”, che poi rallegrano la serata». Altro evento importante è il Carnevale. «In collaborazione con i vari comuni (Castelnuovo e Colà di Lazise) e altri gruppi organizziamo la sfilata dei carri», ricorda la presidente. «Il nostro Circolo è vivace, vi si respira un'aria di collaborazione fattiva e di questo ringrazio tutti i collaboratori e i volontari». Il Centro Parrocchiale è aperto a tutti: «Grandi e piccini, cavalcasellesi e non... puntiamo molto sull'incontro di realtà di comuni diversi e ci stiamo adoperando per organizzare anche delle gite, dei gemellaggi e delle uscite culturali. Questa è la nostra realtà e abbiamo energia per fare ogni giorno di più». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1
Sommario
Noi al plurale
per essere
davvero comunità
Foroni: «Le associazioni sono
state decisive per il rilancio»
«Coinvolgere i laici per vincere
l’indifferenza globalizzata»
Don Franco punta sui ragazzi
e investe su famiglie e gruppi
Porte sempre aperte
ai piccoli e ai grandi
«Il punto di riferimento? Siamo Noi»
«Una presenza che
dona energia vitale al paese»
«Il Faro» da dieci anni illumina Roncolevà
Punto prelievi, la sfida sociale
è occuparsi dei pazienti fragili
Don Daniele: «Noi siamo
come lievito nella pasta»
Al «Gabbiano» i giovani
imparano a volare
L’alleanza degli adulti
che fa crescere i ragazzi
Vitalità e accoglienza: il posto
giusto per giovani e famiglie
La forza dei gruppi fa crescere
l’aggregazione e la catechesi
San Pio X, il «motore»
del quartiere siamo Noi
«Nati dall’entusiasmo
anche senza un bar»
Quattro «attenzioni»
per una comunità viva
Investire sui giovani,
la sfida della Pigna
Annunciata? Lei c’è sempre
Non solo Grest e campi scuola:
quando i figli sono trascinatori
Giovani e famiglie,
qui c’è posto per tutti
Esprimersi ed essere ascoltati:
«Qui si respira uno stile di vita»
«Benvenuto don Gianfranco
Buona strada don Francesco»
Quando l’«Amicizia»
fa crescere il paese
Rinascita del
teatro: vittoria
del paese
L'alleanza
fa crescere
solidarietà e fede
Quarant'anni
nel cuore
della comunità
Giovani e adulti,
il futuro
siamo Noi
Duecento circoli
attivi e 83mila
iscritti
«Grest e campi
scuola alleati
della Pastorale»
Tutti i dossier