17 febbraio 2019

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Una vita in circolo

20.01.2019

Passioni e tempo libero moltiplicati per tre

Un momento di preghiera all’aperto durante il Grest
Un momento di preghiera all’aperto durante il Grest

Nel 1993 nasceva a Bagnolo di Nogarole Rocca un circolo cattolico e parrocchiale, che fu associato all’Anspi. Lo si voleva denominare «Circolo San Martino» in onore e ricordo del patrono della parrocchia, ma già un’altra associazione parrocchiale faceva riferimento al santo patrono. Si pensò allora ad uno dei santi raffigurati nella pala di San Martino, presente nella chiesa di Bagnolo: fu scelto San Zeno. Nel passaggio, negli anni 2000, a Circolo Noi è stata mantenuta la medesima denominazione con l’aggiunta di «Inteparrocchiale», dal momento che la sua operatività si sviluppa anche a Pradelle e Nogarole Rocca. Da otto anni il presidente del Circolo Noi San Zeno InterParrocchiale è Emanuele Sandrini, un informatico di 46 anni, che illustra lo spirito e l’attività del direttivo. «Il nostro Circolo ha la sua sede a fianco della chiesa di Bagnolo ma, dagli anni 2000, opera anche nelle parrocchie di Pradelle e Nogarole Rocca. Abbiamo circa 650 tesserati, su 3.700 abitanti. Lo scorso 11 novembre, San Martino, abbiamo festeggiato il 25esimo di fondazione. Dopo la messa del mattino e la commedia dei giovani della “Compagnia della Marleta” di Raldon, la giornata di festa delle nostre comunità si è conclusa con risottata e castagne. Venticinque anni scanditi dalla presenza di tanti soci, da tante attività e tanta fatica ma, soprattutto, tanti sorrisi, tanta gioia e condivisione». Quali attività programmate durante l’anno? «Innanzitutto cerchiamo di organizzarle in tutte e tre le comunità, a seconda del tipo di iniziativa e degli spazi, per i quali ci facciamo carico della manutenzione e gestione di alcuni ambienti. Se per altri circoli l’attività del bar è la prevalente, per noi l’essenziale è che le attività ludico-ricreative siano inserite nel contesto pastorale interparrocchiale; per questo le proposte sono il prosieguo dei cammini formativi vissuti durante l’anno». Il calendario di eventi è fitto durante tutto l’arco dell’anno: «Cerchiamo di organizzare attività per le varie fasce di età. Alcune sono occasionali, altre periodiche e settimanali. Abbiamo appena concluso il periodo natalizio, durante il quale è stata organizzata, insieme ad altre realtà del territorio, una serie di iniziative. Alcune sono ormai collaudate: il Rigiocattolo, insieme al Giracose, per la raccolta di giocattoli a favore di famiglie in situazioni di difficoltà; la gita giornaliera per visitare dei Presepi fuori porta, quest’anno ad Abano Terme e Soave; il concorso presepi, con lo scopo di valorizzare la natività in famiglia. «Abbiamo riproposto il “Magico Natale” che si pone l’obiettivo di realizzare il Presepio vivente per bambini», continua Sandrini. «Con gli animatori volontari ed una decina di ragazzi, ci siamo trovati a far le prove per alcune mattine, durante le vacanze natalizie. Abbiamo usato una traccia narrata, in modo che i giovani personaggi dovessero solo eseguire i movimenti. Con l’aiuto di alcuni adulti sono stati confezionati dei costumi, che hanno reso rilevante la rappresentazione in chiesa dell’Epifania, con la narrazione della Natività e l’arrivo dei Re Magi. L’attività, pur nella sua semplicità, ha stimolato i ragazzi alla recitazione ed i più grandi al servizio nei confronti dei più giovani. A breve inizieremo, come gli anni scorsi, un semplice corso di teatro per ragazzi; vogliamo realizzare qualche sketch da mettere in scena una domenica pomeriggio, in occasione del carnevale a fine febbraio, mentre i ragazzi delle medie faranno festa il sabato sera». Ora cosa avete in animo di proporre? «Il nostro Circolo, per trasmettere il messaggio cristiano, dà molta importanza alle attività ludico-ricreative che coinvolgono le giovani generazioni nel contesto di un progetto oratoriale in stretta sinergia con le parrocchie, di cui siamo parte integrante. Oltre a questo ci occupiamo, con la collaborazione dell’Amministrazione comunale, dei Servizi sociali, con l’Istituto comprensivo e l’Associazione Casa San Francesco, anche dell’aiuto compiti alle scuole medie, da noi chiamato Spazio Ragazzi, tre pomeriggi a settimana. Con il Circolo Noi di Roncolevà e la Polisportiva Azzurra abbiamo incontrato i ragazzi del centro di accoglienza di Roncolevà, per creare momenti di scambio e condivisione, basati inizialmente su attività sportive e ludiche». E gli anziani? «Non li dimentichiamo, hanno la possibilità di passare del tempo insieme grazie alla tombola quindicinale e le gite primaverili». Il Circolo, con campo di basket e pallavolo oltre al campo di calcio, può offrire molte opportunità sportive... «Appunto», ricorda il presidente. «Non mancano le attività sportive atte a promuovere uno stile di vita sano da perseguire sin da giovani. In collaborazione con la Polisportiva Azzurra di Pradelle ogni anno, da marzo, organizziamo l'attività “+ Sport”. Facciamo provare e scoprire ai ragazzi diversi sport, e con loro ci rechiamo all’annuale “Sport Expo” in Fiera a Verona. Il nostro sogno è quello di veder crescere nei nostri adolescenti, nei quali crediamo molto, la passione per queste attività, come già fanno in alcuni periodi dell’anno, ma sempre più con spirito di iniziativa e responsabilità». •

Gian Battista Muzzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Allo Stadio
il gioco di squadra
mette le Ali
«Un ambiente
sereno
per i figli»
Spazi e idee,
il «Noi» fa
crescere Casette
«È un ponte
con la comunità»
Passioni e tempo libero moltiplicati per tre
Catechesi, le
famiglie al centro
Salus, il primo
ad accettare
la sfida del Noi
Salizzole, quelli
del Noi hanno
fatto tredici
«Il Circolo e i volontari
sono già il nostro futuro»
San Rocco, la grande
famiglia del «Noi»
Grest e campi scuola
si fanno in tre a Marano
«Carnevale e sagra,
Fagnano siamo Noi»
«Un super grazie
a chi crede in
questa realtà»
«Per divertirsi
il cellulare
resta a casa»
«Se non ci fosse il
Circolo si dovrebbe
inventarlo»
«C’è un sentire comune
fa bene anche alla fede»
Tante idee per
frenare la fuga
della gioventù
Erbè, la rinascita
e tante idee
per crescere
«Presenza significativa
Il Circolo serve a tutti»
Corno-San Vito,
insieme non
solo per sport
«Il Circolo
è la nostra
frontiera»
Tomba Extra,
uno spirito
da protagonisti
«Siamo un ponte
fra strada e chiesa»
Gli adolescenti al
centro: «Sono
la nostra priorità»
Giovani e adulti,
a Soave si
sono fatti in due
«Partiamo dalla
famiglia per
diffondere la fede»
Vicini nel segno
dell’Amicizia anche
quando l’età avanza
«Noi», lo spazio
dove si cammina
insieme
Casa don Bosco, la vita
comune che fa crescere
Non solo «bar dei
preti» ma una
palestra di vita
«La Sorgente», tanto calcio ma non solo
«Siamo un condominio
al servizio dei ragazzi»
Al «Noi» le volontarie
fanno la differenza
«Un ambiente familiare
che dà fiducia ai genitori»
Il primo impegno?
Aiutare la comunità
«Noi», il volontariato che fa bene a Lazise
Teatro, corsi e cene: partecipare è bello
«Coinvolgere
i genitori così il
Circolo è di tutti»
San Martino,
il Noi moltiplicato
per cinque
Ivano e Lauro
sono la
memoria storica
«Senza sede,
ogni luogo è
occasione d’incontro»
A Illasi il miglior
investimento
è la famiglia
«Noialtri», sport
e gite per
fare gruppo
Don Luigi: «Lavoriamo
insieme per
la gioventù»
È il gioco di
squadra che fa
vincere il «Noi»
Il Perdon d’Assisi
all’origine
della sagra
Unità pastorale,
la sfida di un
cammino comune
Amanda, nata
grazie a
papa Paolo VI
«Uno spazio di
relazioni dove
riannodare legami»
I volontari fanno
grande l’estate
del «Noi»
Grest, 200 giovani
nel segno d i«Yubi»
Star, un unico
percorso per
quattro comunità
Sognare insieme,
così cambiamo
il paese
Quelli del «Noi»,
volontariato
senza colori
Dai giovani al teatro
l’importante è esserci
Amicizia e rispetto:
«Qui ci si sente
a proprio agio»
Al Circolo tutti
sono al centro
del mondo
«Volontari e creativi
qui nasce la comunità»
Si investe sui
bambini coinvolgendo
le famiglie
Dai Primi passi al
Grest vince lo
spirito di gruppo
Qui si offre l’ambiente
giusto per i ragazzi
«A Santa Maria
il punto fermo
siamo Noi»
Campalano, gli
anziani sono
protagonisti
Fede e campanilismo
in difesa
delle tradizioni
Don Franco: la missione
è coinvolgere le famiglie
Quelli del Noi,
volontari coi
piedi per terra
Don Pietro: «L’Acr
e gli scout sono il
nostro valore aggiunto»
Tempo libero
formativo su
misura per le famiglie
Dossobuono,
giovani con
lo spirito giusto
Coinvolgere le
famiglie per far
crescere i ragazzi
Noi Pèraro, la
forza trainante
dei giovani
Un contenitore
di idee che
aiuta a crescere
Catechismo, Grest,
Acr tutto gira
intorno al Noi
Dossobuono,
giovani con lo
spirito giusto
«Il Noi è una soglia:
qui si trova lo
spazio libero»
Impegno e
passione, altro
che gente da bar
Il Circolo? «Una
grande risorsa
educativa»
«Il Ritrovo» fa
muovere tutta
Vangadizza
Don Vittorino:
«I gruppi fanno
crescere la fede»
Gioia e idee,
qui l’importante
è partecipare
Tutto in famiglia:
la fede s’accende
stando insieme
«Bar dei preti»,
qui batte il
cuore del paese
«Il Noi rende concreto
quel che dice il Vangelo»
«Noi», officina
delle idee e
spirito vincente
La forza del
volontariato fa
crescere la parrocchia
«Noi di Sangio»,
la vera gioia
è condividere
Giovani e famiglie,
un’intesa vincente
Spazi e idee: è
questo il «cuore»
del paese
Bussolengo vince
la sfida della
solidarietà
Una Chiesa aperta a
tutti che aiuta e produce idee
Il sogno di don
Guerrino è realtà
A Garda si fa di tutto
per crescere insieme
Lanterne, risotti e solidarietà
«Vince lo spirito del Vangelo»
La fiducia fa bene alla collaborazione
Tutto a misura
di famiglie, e il
bar non serve
Coltivare le buone
relazioni fa crescere
la partecipazione
Porto e Canove,
qui l’alleanza
è ricreativa
Incontri, Grest e campi
scuola per mettere
i giovani al centro
Due «motori» per la solidarietà
Un paese di
campanari al
centro della musica