Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 novembre 2018

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Una vita in circolo

28.01.2018

La fiducia fa bene alla collaborazione

Un momento della festa conclusiva del GrestLo spazio cucina sotto il tendone del Circolo NoiAlla Festa di primavera ci si diverte con il tiro alla fune
I bambini che partecipano al Grest promosso con il Circolo Noi
Un momento della festa conclusiva del GrestLo spazio cucina sotto il tendone del Circolo NoiAlla Festa di primavera ci si diverte con il tiro alla fune I bambini che partecipano al Grest promosso con il Circolo Noi

Il parroco della chiesa di Santa Maria Assunta di Garda è don Giuseppe Marchi. È originario di Villafranca ed è stato ordinato sacerdote nel 1974. è anche vicario del Vicariato Foraneo Lago Veronese, che comprende 26 parrocchie raggruppate in tre Unità pastorali. A Garda dal 2005 esiste un Circolo Noi, che ha la sua sede negli ambienti parrocchiali accanto alla chiesa. Tra la parrocchia e il Circolo intercorrono rapporti di collaborazione e quasi di simbiosi nell’attività. L’una e l’altro hanno un progetto di educazione e formazione permanente, sulle orme dei valori evangelici e della visione cristiana della società e dell'uomo. Questa visione dà la forza per camminare e crescere insieme, senza dimenticare chi è rimasto indietro, offrendo un solido appoggio a chi è in difficoltà. Investire sulla persona e la comunità permette al Circolo di intraprendere con serenità ogni sfida, puntando con fiducia sui singoli associati, ma uniti. Il parroco don Giuseppe, a proposito dei rapporti con il Circolo Noi, dichiara che esiste la massima collaborazione, che parte da una profonda fiducia e stima reciproca. Sostiene anche che lo spirito che anima il lavoro comune è il raggiungimento di obiettivi che alimentano l'unità e la crescita della comunità. «Queste modalità di azione danno la testimonianza alla comunità parrocchiale e alla comunità civile che in parrocchia si trova un clima sereno, gioioso e rispettoso», sottolinea il parroco. Uno degli esempi più evidenti è l’esperienza del Grest, che ha visto una grande collaborazione anche da parte della Amministrazione comunale e di altri gruppi di volontariato che operano nella società civile. «Devo dire sinceramente che la disponibilità e la sinergia di varie risorse presenti nel nostro territorio alimentano il clima di serenità e facilitano la crescita e lo sviluppo di contenuti che sono indispensabili per annunciare e testimoniare il Vangelo a tutti». Don Giuseppe conclude dicendo: «Per me è un dono grandioso avere il Circolo Noi in parrocchia. Credo che la mia parrocchia sarebbe povera senza questa presenza». • G.B.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1