Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 novembre 2018

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Una vita in circolo

05.12.2017

Duecento circoli
attivi e 83mila
iscritti

Tarcisio Verdari
Tarcisio Verdari

Parlare di «Noi Verona», per chi si occupa di Circoli e Oratori nella Diocesi dal 1983, vuol dire poter contare su un patrimonio storico di ben 34 anni. L’evoluzione del tipo di presenza e di servizio associativo è a dir poco sconvolgente: è passata tanta acqua sotto i ponti di Verona, ma son passati anni di storia, di cronaca, di personaggi, di rinnovamento, di ricostruzione, di restaurazione. E sono entrati in vigore nuovi linguaggi, sono state introdotte leggi inaspettate anche se auspicabili a coordinamento di un codice civile inadeguato, mentre il cosiddetto Terzo Settore, ora nuovamente in rifacimento, si è in questi anni ingrandito e diffuso quasi dilagando nella casistica normativa, giuridica e fiscale. Se nel 1983 ho faticato a trovare i pochi riferimenti di legge, a 34 anni di distanza la normativa è diventata un ginepraio, com’è in effetti per tutto il comparto fiscale italiano. Nei numerosi governi che si sono succeduti, ogni politico ci ha messo del proprio per ingarbugliare il rapporto fisco-contribuente. La riforma del Terzo settore, promessa e avviata dal Governo Renzi, pare giungere a un traguardo, anche se obiettivamente saranno necessari diversi mesi per approfondire, levigare, aggiustare, migliorare i relativi decreti attuativi. In una sera del settembre 1983, nel piano interrato della parrocchia dell’Addolorata in Borgo Trieste, ho accettato (incautamente) di occuparmi dell’associazione di Oratori e Circoli in Verona. La realtà era approssimativamente contenuta in una quindicina di circoli e in poco più di due migliaia di tesserati. La gestione era limitata alla distribuzione di tessere che ciascun circolo doveva (allora) compilare e intestare ai propri aderenti. Mi ci son voluti anni per capire cos’era l’associazione, cosa poteva e cosa non poteva fare, per individuare il regime fiscale corretto per quel tipo di enti. Se la legislazione era carente, le risoluzioni ministeriali erano paradossalmente contrastanti e per i primi sette anni si è navigato a vista, cercando di indovinare qual era il metodo più garantista ma anche meno invasivo per i circoli. Fin dall’inizio dell’ultimo decennio del secolo scorso le cose hanno cominciato a migliorare, con l’applicazione di norme dedicate a differenti ambiti associativi (volontariato, promozione sociale, sportiva, onlus, ecc.) il corpo normativo cominciò a svilupparsi e pur nella variabilità della casistica le linee generali erano chiare e definitive. Nel 2002, a seguito del Decreto Legislativo 460 del 1991 che impose la democraticità assoluta negli enti associativi, avvenne una scissione nell’ente a cui aderivano tutti i nostri circoli. Tale evento portò inevitabilmente alla costituzione di una nuova entità associativa che fu chiamata appunto Noi Associazione. Il passaggio dalla precedente associazione alla nuova compagine fu pressoché unanime nel Triveneto, molto importante in Lombardia, significativa in Piemonte e a macchia di leopardo nelle altre regioni d’Italia. Nel 2016 il numero dei tesserati a Noi Associazione surclassa quella precedente di oltre 100mila tesserati. Tornando a Noi Verona i tesserati 2016 sono 83mila, dei quali più della metà sono minori, in oltre duecento circoli affiliati, per cui finora risulta l’ente territoriale più consistente, più strutturato e organizzato d’Italia. Al punto che spesso diventa riferimento per chi cerca informazioni e aggiornamenti normativi. Più di 200 circoli, come è stato detto, con più di 80mila tesserati, significa approssimativamente un tesserato Noi per ogni dieci cittadini della provincia di Verona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tarcisio Verdari - Segretario Noi Verona
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Tante idee per
frenare la fuga
della gioventù
Erbè, la rinascita
e tante idee
per crescere
«Presenza significativa
Il Circolo serve a tutti»
Corno-San Vito,
insieme non
solo per sport
«Il Circolo
è la nostra
frontiera»
Tomba Extra,
uno spirito
da protagonisti
«Siamo un ponte
fra strada e chiesa»
Gli adolescenti al
centro: «Sono
la nostra priorità»
Giovani e adulti,
a Soave si
sono fatti in due
«Partiamo dalla
famiglia per
diffondere la fede»
Vicini nel segno
dell’Amicizia anche
quando l’età avanza
«Noi», lo spazio
dove si cammina
insieme
Casa don Bosco, la vita
comune che fa crescere
Non solo «bar dei
preti» ma una
palestra di vita
«La Sorgente», tanto calcio ma non solo
«Siamo un condominio
al servizio dei ragazzi»
Al «Noi» le volontarie
fanno la differenza
«Un ambiente familiare
che dà fiducia ai genitori»
Il primo impegno?
Aiutare la comunità
«Noi», il volontariato che fa bene a Lazise
Teatro, corsi e cene: partecipare è bello
«Coinvolgere
i genitori così il
Circolo è di tutti»
San Martino,
il Noi moltiplicato
per cinque
Ivano e Lauro
sono la
memoria storica
«Senza sede,
ogni luogo è
occasione d’incontro»
A Illasi il miglior
investimento
è la famiglia
«Noialtri», sport
e gite per
fare gruppo
Don Luigi: «Lavoriamo
insieme per
la gioventù»
È il gioco di
squadra che fa
vincere il «Noi»
Il Perdon d’Assisi
all’origine
della sagra
Unità pastorale,
la sfida di un
cammino comune
Amanda, nata
grazie a
papa Paolo VI
«Uno spazio di
relazioni dove
riannodare legami»
I volontari fanno
grande l’estate
del «Noi»
Grest, 200 giovani
nel segno d i«Yubi»
Star, un unico
percorso per
quattro comunità
Sognare insieme,
così cambiamo
il paese
Quelli del «Noi»,
volontariato
senza colori
Dai giovani al teatro
l’importante è esserci
Amicizia e rispetto:
«Qui ci si sente
a proprio agio»
Al Circolo tutti
sono al centro
del mondo
«Volontari e creativi
qui nasce la comunità»
Si investe sui
bambini coinvolgendo
le famiglie
Dai Primi passi al
Grest vince lo
spirito di gruppo
Qui si offre l’ambiente
giusto per i ragazzi
«A Santa Maria
il punto fermo
siamo Noi»
Campalano, gli
anziani sono
protagonisti
Fede e campanilismo
in difesa
delle tradizioni
Don Franco: la missione
è coinvolgere le famiglie
Quelli del Noi,
volontari coi
piedi per terra
Don Pietro: «L’Acr
e gli scout sono il
nostro valore aggiunto»
Tempo libero
formativo su
misura per le famiglie
Dossobuono,
giovani con
lo spirito giusto
Coinvolgere le
famiglie per far
crescere i ragazzi
Noi Pèraro, la
forza trainante
dei giovani
Un contenitore
di idee che
aiuta a crescere
Catechismo, Grest,
Acr tutto gira
intorno al Noi
Dossobuono,
giovani con lo
spirito giusto
«Il Noi è una soglia:
qui si trova lo
spazio libero»
Impegno e
passione, altro
che gente da bar
Il Circolo? «Una
grande risorsa
educativa»
«Il Ritrovo» fa
muovere tutta
Vangadizza
Don Vittorino:
«I gruppi fanno
crescere la fede»
Gioia e idee,
qui l’importante
è partecipare
Tutto in famiglia:
la fede s’accende
stando insieme
«Bar dei preti»,
qui batte il
cuore del paese
«Il Noi rende concreto
quel che dice il Vangelo»
«Noi», officina
delle idee e
spirito vincente
La forza del
volontariato fa
crescere la parrocchia
«Noi di Sangio»,
la vera gioia
è condividere
Giovani e famiglie,
un’intesa vincente
Spazi e idee: è
questo il «cuore»
del paese
Bussolengo vince
la sfida della
solidarietà
Una Chiesa aperta a
tutti che aiuta e produce idee
Il sogno di don
Guerrino è realtà
A Garda si fa di tutto
per crescere insieme
Lanterne, risotti e solidarietà
«Vince lo spirito del Vangelo»
La fiducia fa bene alla collaborazione
Tutto a misura
di famiglie, e il
bar non serve
Coltivare le buone
relazioni fa crescere
la partecipazione
Porto e Canove,
qui l’alleanza
è ricreativa
Incontri, Grest e campi
scuola per mettere
i giovani al centro
Due «motori» per la solidarietà
Un paese di
campanari al
centro della musica
L’alleanza con figli
e genitori decisiva
per rilanciare la fede
Lo spirito giusto
che fa crescere
Avesa
Noi al plurale
per essere
davvero comunità
Foroni: «Le associazioni sono
state decisive per il rilancio»
«Coinvolgere i laici per vincere
l’indifferenza globalizzata»
Don Franco punta sui ragazzi
e investe su famiglie e gruppi
Porte sempre aperte
ai piccoli e ai grandi
«Il punto di riferimento? Siamo Noi»
«Una presenza che
dona energia vitale al paese»
«Il Faro» da dieci anni illumina Roncolevà
Punto prelievi, la sfida sociale
è occuparsi dei pazienti fragili
Don Daniele: «Noi siamo
come lievito nella pasta»
Al «Gabbiano» i giovani
imparano a volare
L’alleanza degli adulti
che fa crescere i ragazzi
Vitalità e accoglienza: il posto
giusto per giovani e famiglie
La forza dei gruppi fa crescere
l’aggregazione e la catechesi