Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
10 febbraio 2016

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

I veronesi e le armi

11.04.2013

«Rastrelliere piene di bici vecchie per i furti»

In bicicletta verso i portoni della Bra
In bicicletta verso i portoni della Bra
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

È bastata una affermazione dell'assessore Enrico Corsi in commissione mobilità sulle rastrelliere del centro piene di biciclette da rottamare per accendere la polemica. Ad attaccarlo, dopo i consiglieri di minoranza, anche gli Amici della bicicletta. Il presidente Giorgio Migliorini si domanda: «Bici brutte, sporche e cattive? Forse le auto sono belle pulite e buone? A chi tocca invertire la tendenza?».
E prosegue: «Anziché ascoltare i soliti luoghi comuni su biciclette e ciclisti, dall'assessore alla Mobilità Enrico Corsi ci aspetteremmo un impegno concreto per dare finalmente attuazione alle numerose proposte a favore della mobilità ciclistica che da anni i consiglieri comunali, sia di maggioranza che di opposizione, continuano ad avanzare. Con investimenti risibili rispetto a quanto si spende per costruire e mantenere le strade si possono realizzare collegamenti centro-periferia, redarre un serio piano delle ciclabilità, marchiare le biciclette, mettere in protezione i punti critici; fare efficaci campagne di comunicazione in favore della mobilità sostenibile. E sopratutto credere nella ciclabilità dando il buon esempio come amministratori».
Migliorini conclude: «È evidente che se il parco bici della città è così vecchio questo si deve anche alla piaga dei furti e alla completa assenza di contromisure e di politiche di contrasto del fenomeno. Non abbiamo mai nascosto la nostra approvazione per il nuovo servizio di bike-sharing ma esso non può essere essere considerato come la soluzione a tutti i problemi».G.COZ.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1
Tutti i dossier