20 marzo 2019

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Marina di Guardo

03.02.2017

«La mia donna
carnefice, "Com'è
giusto che sia"»

Marina Di Guardo, scrittrice, presenta a L'Arena Live il suo ultimo libro, primo romanzo thriller dal titolo «Com'è giusto che sia». L'autrice racconta la genesi di una storia in cui una giovane disillusa, volontaria in un centro di antiviolenza e con un passato di violenze, decide di trasformarsi in un angelo vendicatore e uccidere gli uomini che hanno maltrattato la madre e altre donne. Un libro coinvolgente con un finale inatteso.

 

«Ho preso spunto da queste storie che si leggono sui giornali tutti i giorni», racconta Marina. «Per creare un qualcosa di diverso e far sì che le donne non siano passive e rovesciare un po' i ruoli ho deciso di dare alla protagonista un ruolo forte. Trovo che le donne debbano fare corsi di autodifesa, ma credo che tutto debba iniziare dall'educazione dei bambini, non solo i maschi al rispetto e all'accettazione del rifiuto da parte delle donne, ma anche delle bambine che devono essere educate a sentirsi importanti e non accettare alcun tipo di violenza».  

E precisa: «Io chiaramente non consiglio di agire come Dalia, ma alle donne dico che è importante ribellarsi immediatamente, di non sopportare mai neanche un episodio di violenza, non è vero che la persona cambierà o ci sarà una evoluzione: meglio lasciar perdere subito un rapporto tossico».

 

Nel corso dell'intervista, la Di Guardo «paga dazio» al gossip parlando anche della figlia «ingombrante», ovvero la nota blogger Chiara Ferragni, fidanzata del rapper Fedez.

 

Giorgia Cozzolino
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1