Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
giovedì, 20 settembre 2018

Isola d'Elba,
dal telo spuntano
50 tartarughine

I bagnanti della spiaggia di Straccoligno, a Capoliveri, sull'isola d'Elba, hanno assistito a uno spettacolo del tutto inaspettato. Da sotto la sabbia sono improvvisamente spuntate decine di tartarughine appena nate, che hanno lentamente raggiunto la riva per poi immergersi in mare. La scena è stata immortalata da una biologa dell'Università di Siena, che a corredo del video ha scritto: "La potenza della natura! Sono nate dove volevano, quando volevano, senza curarsi del fatto che noi non le avevamo considerate". Secondo il sito quinewselba.it, sono subito scattate "le operazioni di monitoraggio da parte degli Enti preposti, dalla Regione Toscana all'Arpat, al Parco nazionale dell'Arcipelago Toscano fino alle associazioni ambientaliste. Il nido è stato delimitato e monitorato dalle prime ore della sera, e pare che altre tartarughine in ordine sparso siano spuntate per dirigersi verso il mare quando già era notte".  Video: Facebook/Letizia Marsili

Oltre 50 tartarughine marine sono uscite dal nido nel pomeriggio di ieri nella piccola spiaggia elbana di Straccoligno, vicino a Capo Perla, nel Comune di Capoliveri (Livorno). Un evento che ha allietato un matrimonio in corso sulla spiaggia dove l’allarme è stato dato da un bambino che ha visto uscire le prime tartarughe da sotto il telo da mare dei genitori. Si chiama, tra l’altro, Federico come il guardiano dei Bagni da Sergio a Marina di Campo che nel 2017 si era accorto della tartaruga arrivata a riva per nidificare. In quell’occasione i piccoli uscirono di notte: ieri le prime 50 hanno invaso la spiaggia con il sole ancora splendente, sorprendendo bagnanti e per la gioia dei bambini. Un piccolo, disordinato e pacifico esercito che, con uno slalom tra le gambe di bimbi e adulti, ha raggiunto il mare.

 

La Capitaneria di porto e gli operai del Comune hanno poi delimitato l’area. L’ultima è uscita di notte e ha avuto difficoltà a raggiungere il mare dove l’ha accompagnata la sposa. Ora, spiega una nota di Legambiente, l’area del piccolo cratere nella sabbia mista a ghiaia dal quale sono uscite le tartarughe è disegnato con il nastro bianco e rosso ed è protetta la pista che le tartarughe - che si prevede continueranno a nascere per altri 4/5 giorni - percorreranno per raggiungere il mare. Sul posto presenti anche il sindaco di Capoliveri Ruggero Barbetti, gli addetti del Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano, l’Osservatorio toscano per la biodiversità, Università di Siena e i volontari organizzati da Legambiente Arcipelago Toscano che avevano cercato nelle ultime settimane eventuali nidi. Ma, come ha detto Isa Tonso di Legambiente, «mamma tartaruga è andata a nidificare dove meno ce l’aspettavamo». «Ora l’ Elba è davvero l’Isola delle tartarughe!», ha aggiunto.