Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 ottobre 2018

Redazionali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

03.01.2018

Marchi e brevetti
per una nuova
varietà vegetale

A cura di Publiadige

Marchi e brevetti per una nuova varietà vegetale
Marchi e brevetti per una nuova varietà vegetale

Quando pensiamo ai marchi e ai brevetti, ci vengono subito in mente le invenzioni, le automobili, le macchine industriali, tutti i marchingegni unici al mondo che sono pensati per migliorare le condizioni di vita o quantomeno per rendere alcune delle nostre attività quotidiane davvero molto semplici. Quando pensiamo ai marchi e brevetti, la mente corre subito anche verso i brand della moda, della gioielleria, degli accessori, a tutti quei prodotti che senza un marchio non avrebbero la possibilità di salvaguardarsi dalla contraffazione. Ma se vi dicessimo che il settore dei marchi e brevetti riguarda anche le varietà vegetali? Andiamo insieme alla scoperta di questo ramo poco conosciuto e davvero molto importante.

 

Varietà vegetale: di cosa si tratta?

 

Una varietà vegetale è un insieme tassonomico di piante. Le piante che fanno parte di questa varietà presentano le stesse caratteristiche degli esemplari della stessa specie e allo stesso tempo si differenziano da ogni altra pianta oggi disponibile.

 

Marchi e brevetti: quali requisiti deve possedere la varietà vegetale

 

Ovviamente ci sono alcuni requisiti ben precisi che la varietà vegetale deve possedere per poter essere richiesto un brevetto. Deve infatti trattarsi di una varietà vegetale nuova il che significa che il materiale di riproduzione di questa varietà o un prodotto della sua raccolta:

  • da oltre un anno non è stato commercializzato sul territorio italiano;
  • da oltre quattro anni non è stato commercializzato sul territorio italiano nel caso di alberi oppure di viti;
  • da oltre sei anni non è stato commercializzato negli altri stati.

Deve inoltre trattarsi di una varietà omogenea, uniforme insomma con i caratteri più importanti e rilevanti. Deve trattarsi di una varietà che si distingue in modo piuttosto semplice dalle altre varietà disponibili. Deve infine trattarsi di una varietà stabile, i cui caratteri quindi più importanti restano invariati nel corso del tempo, riproduzione dopo riproduzione.

 

Marchi e brevetti: l’importanza di scegliere questa strada

 

Per un’impresa scegliere la strada della registrazione di marchi e brevetti è sempre consigliabile. Registrando una varietà vegetale, l’impresa è l’unica a poterne disporre e così ha la possibilità di diventare davvero molto concorrenziale sul mercato odierno e di accrescere notevolmente le entrate aziendali.

 

Marchi e brevetti: come effettuare la domanda

 

Per poter effettuare una richiesta di brevetto o la registrazione di un marchio ci si deve recare presso l’ufficio preposto della Camera di Commercio della propria provincia, ma è anche possibile decidere di fare affidamento sui portali web specializzati proprio in questo servizio. In questo modo è possibile evitare di muoversi da casa o dall’ufficio per poter effettuare la richiesta, eliminando alla radice inutili perdite di tempo e ottimizzando le proprie giornate lavorative al meglio.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1