21 febbraio 2019

Interviste

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

10.12.2018

Interviste

Matos ai tifosi:
«Tornate allo stadio,
giocate con noi»

Coda calcia malissimo il rigore, Silvestri para senza problemiDi Carmine festeggia, Matos ha appena mandato in porta il palloneRyder Matos esulta dopo il gol FOTOEXPRESS
Coda calcia malissimo il rigore, Silvestri para senza problemiDi Carmine festeggia, Matos ha appena mandato in porta il palloneRyder Matos esulta dopo il gol FOTOEXPRESS

Ryder Matos a vittoria ottenuta davanti ai taccuini riprova a conquistare i tifosi. «Noi siamo felici che ci abbiano sostenuto a Benevento. Sono stati fondamentali. Adesso però lo chiedo per favore. Abbiamo bisogno», l'appello del brasiliano, «di loro anche contro il Pescara. Rivorrei vedere lo stadio pieno. Questo gruppo vuole riprendersi l'affetto della gente. Ci teniamo davvero». Il primo riavvicinamento proprio nella serata di Benevento. Un Verona ordinato, finalmente più spigliato in fase offensiva che lancia segnali di ripresa. Prima volta in stagione senza subire reti. Silvestri che para addirittura un rigore. Matos però come ciliegina sulla torta della serata. Un volo d'angelo che adesso potrebbe cambiare il volto della stagione dell'Hellas. Tre punti d'oro che in una notte alzano il Verona dalla decima fino alla quinta posizione. Anche Matos esulta. «Abbiamo attraversato un momento difficile e questo successo era molto importante per il nostro gruppo», ammette. «Ci siamo preparati per tante settimane. Siamo venuti a Benevento per imporre il nostro gioco e fortunatamente ce l'abbiamo fatta», la soddisfazione dell'esterno gialloblu, che però guarda già oltre.

SGUARDO AVANTI. «Adesso il nostro obiettivo deve essere la continuità, da inseguire già contro il Pescara. Abbiamo le qualità per inserire un bel filotto nel nostro percorso. Siamo un gruppo forte, con margini di crescita ancora molto ampi». Intanto però un successo che cambia il volto della stagione fin qui opaca. La sfida fra le deluse la vince il Verona e da qui ora si possono costruire i prossimi passi. Felicissimo il brasiliano a fine partita. Scanzonato nel rapporto con la stampa, imitando anche l'esultanza danzante con cui pochi minuti prima aveva gelato la platea del Vigorito. Il Verona però se lo coccola soprattutto in campo.

ALTRO PASSO. «Non so se sono l'esterno più forte della B», quasi si intimidisce, «Io durante le partite cerco solo di mostrare le mie qualità. Il mister in questo mi sta agevolando. Ha compreso le mie caratteristiche e cerca di sfruttarle al meglio. Anche se comunque in B devo stare attento. I difensori sono molto rocciosi. Non è facile creare superiorità numerica». Quasi irriverente comunque in alcune giocate al Vigorito. Un autentico rebus prima per Di Chiara e poi per Letizia. Un giocatore che è tremendamente mancato al Verona durante il vento della crisi. Non un caso che il suo infortunio contro il Lecce sia coinciso anche con l'inizio della flessione gialloblù. Matos trascinatore in campo ma anche a parole. Ora ci aspetta un periodo molto difficile», osserva.

PERIODO DECISIVO. «Abbiamo giocato molto poco nell'ultimo mese. Adesso invece in venti giorni ci aspetta un autentico tour de force, con cinque partite ravvicinate. Noi non dobbiamo però avere paura. Questo gruppo ha tutte le qualità per imporsi. Dobbiamo ragionare un passo alla volta ma sempre consapevoli delle nostre forze». Il brasiliano ora vuole continuare ad andare di corsa. Una risorsa fondamentale nello scacchiere di Grosso. Uomo immagine di un Verona che cerca di riprendersi la scena di un campionato al momento affare soprattutto per altri. La rete di Matos però puo' invertire la rotta. «Io ne sono sicuro, dopo le difficoltà può arrivare il sereno», conclude. «Lancio però di nuovo l'appello. Chiedo ai tifosi di ritornare a gremire lo stadio. Questo gruppo vuole riconquistare la fiducia della gente. Insieme ritorneremo in alto». •

Alessio Faccincani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sport

Spettacoli