26 marzo 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Viaggi & turismo

14.03.2019

Reggio e Parma
Parchi in fiore

Il castello di Tabiano
Il castello di Tabiano

L’Emilia da fine mese diventa un giardino. Si moltiplicano le manifestazioni legate al florovivaismo (www.visitemilia.com) a partire da Reggio Emilia, dove il centro storico il 23 e 24 marzo si trasforma: tra Piazza Martiri del 7 luglio (il nome ricorda l’uccisione di 5 operai nel 1960 durante una manifestazione) e Piazza della Vittoria ecco “Reggio Emilia in Fiore” che affianca floricoltori da tutta la penisola con fiori, piante da frutto, bonsai, erbe aromatiche, arredo da giardino. www.reggioemiliainfiore.it. A Reggio da visitare - se arrivate in treno - la stazione dell’Altavelocità progettata da Santiago Calatrava; il Tempio della Beata Vergine della Ghiara, 1596, dove avvenne un miracolo del sordomuto; piazza Grande col Duomo, il Battistero e la statua del Crostolo, la Torre del Bordello. Da non perdere la Casa dei Burattini di Otello Sarzi. Spostandosi in provincia di Parma al Castello di Tabiano il 6 e 7 aprile si tiene "Fiori, saperi, sapori" , prima edizione tra verde e gastronomia. Due nomi del desiderio? Culatello e funghi porcini. Il Castello medievale di Tabiano è una dimora storica imponente con sale affrescate, cortili, un bel parco. Da qui con navetta si può arrivare a Salsomaggiore alle Terme di Berzieri: biglietto di 10 euro per fiera e navetta. www.castelloditabiano.com Un’altra reggia parmense superba è a Colorno, dove dal 12 al 14 aprile si tiene “Nel segno del giglio”, 26esima mostra mercato di fiori e piante di qualità. Questo complesso è da sempre paragonato a Versailles: 400 sale, cortili, un giardino alla francese. Fu proprietà dei Sanseverino, poi divenne Farnese, Borbone e dimora di Maria Luigia d'Austria. Si visitano alcuni appartamenti e l’osservatorio astronomico. Convivono qui una scuola di alta cucina e spazi per le mostre. www.reggiadicolonrno.it, www.nelsegnodelgiglio.it. A Pontenure, provincia di Piacenza, l’11 e 12 maggio si tiene “Frutti antichi”, fiera dedicata ai frutti antichi e dimenticati e ai prodotti artigianali. Nel castello di Paderna saranno esposte alberi e piante, 150 stand di vivaisti, artigiani e antiquari, con incontri e conferenze in collaborazione col FAI. (ingresso 8 euro, ridotto 6). www.fruttiantichi.net. Infine nella patria verdiana, Busseto, provincia di Parma, oltre al pellegrinaggio tra i luoghi del compositore (la casa di Roncole e il museo da visitare in cuffia, il teatro, la collegiata di San Bartolomeo) il 18 e 19 maggio si tiene “Ortocolto” a Villa Pallavicino. www.ortocolto.it

Nicoletta Martelletto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1