Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Obiettivo critico

20.02.2012

Il carnevale dei ragazzi che ha imbrattato la città

Riva San Lorenzo dopo il carnevale
Riva San Lorenzo dopo il carnevale

Un lettore ci scrive: «A 24 ore dalla fine della sfilata dei carri, la Riva San Lorenzo, strada e giardinetti, è ancora così come l'hanno lasciata ieri i soliti bravi ragazzi. Uova, farina, cartoni, lattine, bottiglie, sacchi di immondizia sono ancora lì in bella vista, ammirate tutto il giorno da turisti increduli e da cittadini schifati. Signor Sindaco è questa l'immagine che vuol dare di Verona? Già in mattinata abbiamo invitato l'Amia ad intervenire, ma non si è ancora visto nessuno. Con che coraggio domani la stessa organizza una giornata di sensibilizzazione ambientale se non è in grado di assolvere il suo compito principale? Le pantegane dell'Adige intanto ringraziano pregustandosi un'altra notte di bagordi. Leggo di battaglie e risse un po' in tutto il centro. Uno di questi black-bloc da baccanale si è formato proprio qui in Riva San Lorenzo. Sono i soliti ragazzini che da questa estate ci allietano della loro presenza sotto casa. Hanno 14/16 anni, arrivano rombando con i loro motorini nel primo pomeriggio e trascorrono la giornata sul lungadige: bevono, fumano ( sono ottima esca per gli abituali spacciatori della zona), urlano, bestemmiano, sputano di continuo, vanno avanti e indietro con motorini dalle marmitte assordanti spesso contro mano o sui marciapiedi. Alla maleducazione aggiungono una buona dose di arroganza, anche in presenza della Polizia locale, e non si contano gli insulti e le minacce a noi residenti. Ieri alle 14 erano già particolarmente euforici, birre e canne si sprecavano, ma avevano un arma in più: le uova e in poco tempo la strada è diventata un un letamaio. Per ore hanno imperversato in zona (ho incrociato gli stessi scatenati e urlanti, verso le 16 in via 4 novembre ). Ma forse ieri hanno anche passato un limite. Alla mancanza di rispetto per le persone e per le regole hanno aggiunto questo odioso disprezzo per gli alimenti in spregio a molte persone che anche qui a Verona, in questi tempi, devono fare i conti per comperarsi 3 uova o 2 pomodori. Ma nessuno gli ha mai insegnato nulla? Di certo non la madre di uno di questi eroi che una volta è scesa in strada per difenderli... Ma se qualche altro genitore con figlio/a di 14-16 anni ieri sera ha notato un eccessivo consumo di shampoo, forse è meglio che si interroghi e venga a dare un occhiata sul lungadige specialmente il venerdì e il sabato sera quando eccitati dall'alcol e dal fumo perdono ogni inibizione».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1