Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
28 maggio 2016

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Salute

scegli sezione
Le apnee notturne e i rischi per la salute

30.11.2013

Le apnee notturne e i rischi per la salute

Un relatore al congresso
Un relatore al congresso
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

Di disturbi respiratori del sonno soffre un quarto della popolazione maschile italiana ed è bene non sottovalutarli, perché oltre al fastidioso sintomo del russare, possono comportare gravi rischi per la salute. Se n'è parlato nel corso del 42° congresso nazionale dell'Aipo, l'associazione italiana pneumologi ospedalieri, che si conclude oggi al Palaexpò di VeronaFiere.
«Parliamo delle apnee notturne», spiega Fabrizio Dal Farra, responsabile gruppo di studio disturbi respiratori nel sonno dell'Aipo, «ne soffre in modo grave tra il 4 e il 7 per cento della popolazione, che presenta oltre 30 apnee ogni ora, mentre il 25 per cento della popolazione maschile e il 9 per cento di quella femminile hanno tra le cinque e le 30 apnee all'ora. Si tratta di una patologia con molti sintomi e spesso vengono curati in modo singolo, senza collegarli alle apnee. Quando i pazienti finalmente si rivolgono allo pneumologo sono già in stato avanzato e la guarigione diventa impossibile».
Tra i sintomi, oltre ai risvegli improvvisi, ci sono i mal di testa al risveglio, una seria sonnolenza diurna, deficit di attenzione e la tendenza a urinare spesso durante la notte. «Nella maggior parte dei casi ci si rivolge al medico per la tendenza a russare», precisa Dal Farra, «ma poi scopriamo che ci sono anche tutti gli altri sintomi. Molto spesso si tratta di persone in sorvappeso e il dimagrimento è la prima cosa da fare. Se la patologia viene presa all'esordio, è possibile la guarigione, per questo la prevenzione è molto importante». Le apnee possono essere pericolose perché chi ne soffre tende ad addormentarsi all'improvviso, magari anche mentre è al volante. Ma c'è di più. «Abbiamo scoperto che le apnee sono da mettere in relazione con patologie come il diabete, l'ictus e malattie cardiovascolari. Possono causare ipertensione e aumento del colesterolo, per meccanismi fisiologici. Inoltre dormire male fa aumentare di peso», conclude l'esperto. «Studi dimostrano che chi soffre di apnee, in modo moderato o grave, ha una percentuale di sopravvivenza che cala del 20%». Durante il congresso sono state presentate anche novità farmacologiche e tecniche per le malattie respiratorie. Per un sonno migliore è stato brevettato un cuscino che aiuta a russare meno. L'oggetto sarà in commercio, anche se a prezzi non proprio popolari (tra i 600 e i 700 euro). E.INN.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1