Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Salute

23.07.2012

Neonato morto
per un errore:
gli fu iniettato
il latte in vena

Un'infermiera assiste un neonato
Un'infermiera assiste un neonato

Incredibile errore in un ospedale romano. A causa, a quanto pare, di uno scambio di flaconi, un neonato è morto alla fine di giugno mentre era ricoverato, era nato prematuro, nel reparto di neonatologia dell’ospedale San Giovanni Addolorata. Al piccolo sarebbe stato somministrato del latte per via endovenosa, causandone la morte. Secondo le prime ipotesi potrebbe esserci stato un drammatico scambio di flaconi, il latte potrebbe essere stato somministrato per via endovenosa al posto della soluzione prevista per la terapia a cui il neonato era sottoposto.
Sul decesso del neonato al San Giovanni Addolorata di Roma, il dg dell’ospedale Gianluigi Bracciale precisa «come la Direzione generale dell’ospedale, appena informata il 2 luglio dell’accaduto, abbia immediatamente dato disposizione alla Direzione sanitaria di presentare denuncia all’Autorità giudiziaria ed ha avviato contestualmente una indagine interna. «La stessa direzione generale - si legge ancora in una nota - ha informato i genitori del bambino di quanto avvenuto». E i genitori del neonato, dopo che è stato comunicato loro che il figlio era morto hanno deciso di presentare denuncia all’autorità giudiziaria che ha immediatamente aperto un’inchiesta. Il bimbo, un maschietto partorito da una donna di origini filippine, eranatoall’ ospedale Grassi di Ostia, prematuro. Visto che non c’era posto nel reparto di terapia intensiva di neonatologia di Ostia era stato trasferito al San Giovanni.
«È una cosa gravissima e tristissima. Un errore materiale a quanto appare dalle indagini già eseguite nell’ospedale». Lo ha detto la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini. «L’ospedale stesso, il direttore sanitario su indicazione del direttore generale, ha sporto denuncia alla Procura perchè il caso risultava anomalo e allo stesso tempo ha avviato un’indagine interna che ha dato risultati che già da venerdì sono a disposizione della Procura». Lo ha detto ancora Polverini a margine di una visita in un ospedale della provincia di Roma. «Nel frattempo - ha aggiunto - la Regione aveva seguito con attenzione il caso».
Intanto il ministro della Salute, Renato Balduzzi ha disposto questa mattina l’invio immediato degli ispettori del ministero all’ospedale San Giovanni di Roma per acquisire tutte le informazioni sulla decesso del neonato. Gli ispettori dovranno chiarire anche il motivo del ritardo nella denuncia da parte del personale sanitario.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1