22 gennaio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Salute

27.09.2018

L'olio d'oliva?
Uno «scudo» contro
ictus e infarto

Olio d’oliva e sonno ristoratore sono un toccasana per il cuore
Olio d’oliva e sonno ristoratore sono un toccasana per il cuore

Assumere olio d’oliva e associarlo a un buon sonno ristoratore protegge dalle malattie cardiovascolari. È questo il risultato di uno studio pubblicato su Nature Communications e realizzato dal Saint Michael Hospital. Tutto ruota attorno al ruolo dei grassi insaturi: dopo la digestione di prodotti che ne sono ricchi, infatti, aumentano i livelli nell’organismo di una proteina, l’apolipoproteina A-IV, che è associata a un livello più basso di patologie che riguardano l’apparato cardiocircolatorio. Secondo lo studio, infatti, riesce a interrompere l’aggregazione piastrinica che causa le occlusioni dei vasi che bloccano il flusso di sangue e che può portare a trombosi, infarto, ictus o morte. «Questo è il primo studio che collega questa apolipoproteina con piastrine e trombosi», ha detto Heyu Ni, uno dei ricercatori. «Abbiamo anche spiegato perché suoi livelli più alti possono rallentare l’accumulo di placca nei vasi sanguigni, noto come aterosclerosi, perché questo processo è anche correlato alla funzione piastrinica». I ricercatori hanno anche esaminato l’interazione dell’apolipoproteina A-IV con il cibo. Dopo ogni pasto, le piastrine vengono stimolate, il che rende più facile per loro legarsi insieme o ai globuli bianchi. L’apolipoproteina aumenta nel sangue circolante dopo i pasti contenenti grassi insaturi e diminuisce l’iperattività e il legame alle piastrine, riducendo così l’infiammazione dopo i pasti e il rischio di infarto e ictus. Lo studio ha anche scoperto che questa proteina è più attiva durante la notte.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1