Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Salute

05.09.2012

Fumo: anche la sigaretta elettronica può fare male

Mozziconi di sigarette
Mozziconi di sigarette

Atene. Sbaglia chi per smettere di fumare si affida alle sigarette elettroniche pensando che siano più salutari di quelle con tabacco. Potrebbero danneggiare ugualmente bronchi e polmoni. Lo dimostra una ricerca dell’Università di Atene, presentata al congresso della Società europea di medicina repiratoria (Ers). Le cosiddette e-cigaret sono dispositivi che liberano nicotina attraverso il vapore, e non attraverso la combustione del tabacco, per cui si pensava che fossero più sane perchè le sostanze cancerogene, che aumentano il rischio di cancro, si liberano con la combustione. Ora i ricercatori greci smentiscono questa convinzione.

«Non è provato che la sigaretta elettronica faccia smettere di fumare, ma è un possibile valido coadiuvante nei programmi di dissuasione da fumo», afferma in una nota la Ovale, azienda produttrice di «una delle e-cigs più richieste» sul mercato, realizzata secondo «standard di sicurezza e controllo elevati». La nota intende rispondere alla notizia dello studio dei ricercatori dell’Università di Atene condotto su 32 soggetti. I produttori della sigaretta Ovale affermano che la ricerca «non tiene conto del fatto che le sigarette elettroniche non sono uguali sul piano tecnico così come diversi sono i liquidi che si utilizzano». In particolare, precisano che la Ovale utilizza una tecnologia brevettata che si basa sul surriscaldamento di una resistenza che «permette la vaporizzazione del liquido, che viene respirato sotto forma di denso vapore aromatizzato», e che «le materie prime utilizzate dalla società Life Italia Prodotti srl per la produzione dei liquidi, realizzati secondo procedimento farmaceutico, sono controllate secondo Farmacopea». Pertanto - conclude la nota - «il liquido per sigaretta elettronica creato in partnership con Ovale Europe risponde alle esigenze di mercato nazionale ed internazionale».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1