Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
26 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Auto

25.07.2018

Traino, la patente B
può non bastare
Occhio alle sanzioni

Le auto da corsa possono circolare su strada solo se su carrello
Le auto da corsa possono circolare su strada solo se su carrello

Carrelli per barche, rimorchi per trasporto cavalli o ancora carrelli per trasportare auto, come le auto da corsa che non possono circolare su strada se non durante le manifestazioni a loro dedicate. Un mondo di «trailer» (carrello in inglese, ndr) che spesso non vanno d’accordo con la patente B. Non è vero, infatti, che con questa è possibile trainare qualsiasi rimorchio, ricorda Aci Verona. Primo: occorre un’auto trainante che sia in grado di «tirare» il rimorchio. Ovvero, la massa complessiva del rimorchio (indicata alla lettera F2 della Carta di circolazione del rimorchio) deve essere uguale o inferiore alla massa trainabile dal veicolo indicata alla lettera O1 della Carta di circolazione del veicolo. L’auto o il furgone, insomma, deve essere in grado tecnicamente di trainare un rimorchio non leggero. A questo punto, esclusi i rimorchi leggeri fino a 750kg di massa complessiva, il Codice della strada dice che con la patente B non è possibile trainare un rimorchio se la massa complessiva di veicolo trainante e rimorchio eccede i 35 quintali (3,5 tonnellate). Non importa il peso effettivo dell’auto o della barca caricate, fa fede anche in questo caso solo il valore di massa complessiva del carrello indicato alla lettera F2 del libretto. Se si fanno i dovuti calcoli, si intuisce che restare entro i 35 quintali di massa complessiva è molto difficile e le sanzioni se si viene fermati oltre soglia sono molto salate (anche diverse migliaia di euro). La soluzione è la patente BE, che ammette traino con una massa complessiva di veicolo trainante e rimorchio fino a 70 quintali, e il cui costo si aggira intorno ai 1.500 euro, un po’ più caro per chi ha fatto l’esame teorico della patente B prima del 1 dicembre 2013, che in questo caso dovrà ripetere l’esame. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1