Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Auto

06.09.2018

Toyota, "retromarcia"
Con Corolla
ritorna al passato

Design decisamente più accattivante per la nuova Corolla
Design decisamente più accattivante per la nuova Corolla

Ritorno al passato per Toyota, che ha annunciato come la nuova Auris, modello di punta del segmento C della casa giapponese cambierà nome, tornando a chiamarsi Corolla, nome ormai mitico, sul mercato dal 1966, e ancora con il vanto di essere la berlina più venduta al mondo. Il lancio è previsto nel marzo 2019 ma nel frattempo sono state diffuse le prime immagini di come sarà la nuova media nipponica. Toyota sottolinea come si tratta di un cambiamento che coincide con l’introduzione della nuova piattaforma Tnga, Toyota New Global Architecture sulla gamma di segmento C, che avrà un’unica denominazione in tutto il mondo, quella appunto di Corolla. La nuova Corolla Touring Sports – cioè la versione station wagon – farà il suo esordio a livello globale in occasione del Salone di Parigi nel prossimo mese di ottobre, accanto alla variante Hatchback a due volumi, entrambe nelle rispettive versioni ibride Full-Hybrid Electric. Il design della nuova Corolla è decisamente più accattivante e slanciato rispetto all’ultima Auris, grazie anche alla lunghezza leggermente superiore, arrivando a toccare i 4,37 metri, quattro centimetri in più rispetto all’Auris attuale, e un assetto ribassato di 4,7 centimetri. Sono previsti, almeno all’inizio, due motori ibridi: uno si basa sul quattro cilindri 1.8 a benzina con 122 cavalli che monta pure il crossover C-Hr, l’altro è un nuovo due litri, sempre a benzina con 180 cavalli a disposizione, che dovrebbe avvicinare clienti più esigenti in fatto di prestazioni e brillantezza di marcia. Nuovo anche il cambio Cvt a variazione continua di rapporto, che avrebbe eliminato il cosiddetto effetto «scooter» presente sull’ultima Auris. • EM.ZAN.

EM.ZAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1