Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Moda

28.07.2018

Accessori moda?
Oltre alla pelle
il carbonio delle vele

Carbonio e pelle i materiali utilizzati FOTOSERVIZIO PAOLO COMPARINAntonio Selogna, fondatore di Rdvo
Carbonio e pelle i materiali utilizzati FOTOSERVIZIO PAOLO COMPARINAntonio Selogna, fondatore di Rdvo

Si chiama Rdvo, dal latino «redivivus» che significa utilizzato una seconda volta, rinnovato. È questo lo slogan di una giovanissima ditta fondata alla fine del 2017 da un trentatreenne veronese. Antonio Selogna, laureato in Giurisprudenza, ha deciso di seguire la sua vocazione disegnando e realizzando accessori unisex - dai portafogli alle pochette - con una particolarità: sono costruiti con materiali che nulla hanno a che fare con la moda.

CARBONIO E PELLE. «Per la prima collezione abbiamo utilizzato lo strato in carbonio della vela accostandolo a uno in pelle, materia da sempre protagonista dell’artigianato italiano, ottenendo un oggetto veramente unico e dal design contemporaneo», racconta Selogna. «L’unione di due materiali apparentemente così distanti genera in realtà una straordinaria armonia estetica e anche una resistenza utilissima».

RAFFINATI E FUNZIONALI. Si ottengono quindi prodotti dal design raffinato, funzionali, leggeri e impermeabili che hanno già attirato l’attenzione di alcuni prestigiosi showroom nazionali come quello di Milano di Alessandro Falconieri. E mentre all’estero il marchio è presente a Formentera, in Spagna e si è già aperto un canale di commercializzazione con il Giappone, che verrà definito nei prossimi mesi. A Verona gli accessori si possono acquistare nei negozi Rocket Store di vicolo Balena e Paper Wardrobe di corso Sant’Anastasia. Ma Rdvo è presente anche in città come Milano, Vicenza, Ferrara, Riccione e Forte dei Marmi.

PROGETTISTI E ARTIGIANI. La progettazione di una quindicina di modelli è affidata a cinque professionisti oltre allo stesso titolare e avviene nella sede veronese che si trova in zona Stadio, mentre la produzione è affidata a «esperti artigiani toscani a Sesto fiorentino», spiega Selogna. «Dopo la prima collezione, prodotta in quasi tremila esemplari, fatta per lo più di portafogli, portacarte e pochette, abbiamo lanciato un nuovo prodotto, «Idro», un portafoglio totalmente idrorepellente, e stiamo ora lavorando a una serie di borse e zaini sempre in laminati con fibre di carbonio, Kevlar sottile, Pentex e naturalmente pelli pregiate». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgia Cozzolino
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1