24 marzo 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

14.02.2019

Ridicolo il test antidroga
dei nostri amministratori

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Sindaco, assessori e consiglieri - scrive la Olga - si sottoporranno al test antidroga per dare «un esempio educativo» ai giovani che si fanno le canne o, peggio, i canneti. Lo ha proposto il gruppo consiliare Verona Domani e tutti hanno aderito con entusiasmo tranne uno, il consigliere di Verona Pulita Gianmarco Padovani, il quale, essendo farmacista, e quindi l'unico a intendersene, dice che è una boiata perché c'è la possibilità di falsi positivi o negativi per cui, per esempio, il sindaco può risultare drogato e invece non lo è o viceversa. Il test istituzionale non è una novità: anche nel 2007 gli amministratori di allora, che sono in parte quelli di adesso, vi si erano sottoposti e ne risultarono immacolati come la Madonna del Pilàr. Tra di essi c'era anche Vittorio Di Dio che per fargli il test del capello hanno dovuto chiamare Cesare Ragazzi che gliene impiantasse uno in tutta fretta. Il professor Scalcagnato, insegnante di scuola, el scórla la testa. «L'è 'na putanada» sentenzia ai microfoni di Good Morning San Zen. El Scalcagnato sostiene infatti che “l'esempio educativo ai giovani" è un alibi per mascherare in realtà una tendenza narcisistica autoreferenziale, poiché gli esempi ai giovani li dovrebbero dare gli stessi giovani, non i quarantenni o i cinquantenni che occupano le careghe di Palazzo Barbieri. «Se i me studenti iè d'acordo - dice el Scalcagnato - i porto a far el test e, se i ghe ne vien fora tuti puliti, ghe lo disémo ai giornài e a le televisión. Questo sì el sarìa l'esempio giusto par i altri giovani de le scóle, no quel del sindaco e de la so maràia». El Scalcagnato aggiunge che semmai gli amministratori prima di ogni riunione dovrebbero sottoporsi a un altro test: dell'alcol. «Ognuno el sùpia nel balonsìn e se el diventa giàlo o rosso no'l gà dirito de parola né de votassión ma el se ne sta chieto sul banco parché la guida de la cità in stato de ebréssa la pol portar a spegassi». El Scalcagnato si dice però sicuro che tutti gli amministratori passerebbero indenni l'alcol test e che è per questo che lo dovrebbero fare, così da dare un esempio a tutti gli imbriàghi che circolano, a piedi o in bicicletta o in auto, per la città. •

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1