Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
13 dicembre 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

01.12.2017

Quando el gal el farà i ovi

La Posta della Olga
La Posta della Olga

In questa città - scrive la Olga - si fa tutto alla carlona. Adesso salta fuori che il filobus, 'na menàda che va avanti (anzi, indrio) da quindes'ani, non entrerà in funzione che nel 2021. Forse. Perché all'Amt si premurano di far sapere che si tratta di una «tempistica cautelativa», cioè di una previsione prudenziale come quella del Vacamòra che alla stessa data spera che el gal del so puinàr el fassa i ovi. Come per le altre «grandi opere» c'è un contratto firmato. Il traforo l'è andà in balón, l'Arsenale è fermo alla "campagna d'ascolto" (mi viene in mente la trasmissione "Ascolta si fa sera" - ma qua se fa le ore picole - di padre Virginio Rotondi della Compagnia di Gesù), e il filobus è in attesa che venga bandita la gara per la concessione del servizio: entro la fine dell'anno sennò salta il contributo statale. Come dice il filosofo-psicologo-sociologo Strusa, quando viene annunciato il progetto di una grande opera, la gente è incuriosita dalla novità, può piacerle o non piacerle, plaude comunque alle buone intenzioni, si interessa perché è contenta che, in un modo o nell'altro, la città progredisca, ma poi, vedendo che non c'è mai niente che va in porto e che le cose, sempre le stesse, si strapégano per anni e anni, ghe vien el late ai zenòci, diventa diffidente, liquida le puntate delle interminabili telenovele con un'alzata di spalle o, se è dotata di spirito, butta tutto in barzelletta. Ecco, anche il filobus ormai è entrato nel barzellettario dei veronesi. Il mio Gino dice che el gal del Vacamòra el farà i ovi prima che lo vedémo in funsión. Tra le cose fatte alla carlona c'è anche il Mobility Dèy. A conferma che il divieto di accesso alla ztl allargata in pratica non esiste, la deroga riguarda anche gli automobilisti che sono diretti (o che dicono di esserlo se vengono fermati da un vigile) ai parcheggi Arena, Cittadella o di piazza Corrubbio. Anche el Cilo, detto Fosforo, lo scemo del bareto, capisce che con la scusa del parcheggio possono entrare tutti e che non ci sono vigili a sufficienza per accertare se abbiano detto la verità. Il fatto è che quando un'amministrazione di destra, come quella attuale, vuol fare cose di sinistra come le domeniche ecologiche, la conbìna solo dei pastròci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1