26 marzo 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

02.10.2018

Più spegassi che benefici

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Mentre col reddito di cittadinanza il governo concede un sussidio ai poveri, i Comuni del Nord, con l’accordo di Bacino Padano - scrive la Olga - gli tolgono l’auto per cinque giorni la settimana. È infatti pensabile che i poveri abbiano auto vecchie, spesso comprate usate, che non rientrano quindi tra quelle che possono circolare. Verona è la più talebana tra le città perché, col Mobility Day (meglio chiamarlo Paralysis Day, come suggerisce l’italo-americano del bareto, l’Ermes, detto Cicago) ferma anche le auto per sette domeniche. Gli avventori del bareto stanno passando le giornate davanti alla bacheca dove l’oste Oreste ha attaccato il lungo e incasinato elenco delle deroghe. L’Ernesto, che ha settant’anni, anche se possiede un rochetón de auto che inquina più di una ciminiera, potrà continuare a usarlo per andare a trovare i nipotini, mentre l’Ettore, che ne ha 67, a parità de rochetón, li rivedrà a fine marzo, quando si sbloccherà il blocco. Come ha detto el Benny Piòpa, le misure restrittive rivoluzioneranno il modo di vivere delle classi meno abbienti e lasceranno invece inalterato quello dei sióri, aumentando la disparità sociale. I Comuni scaricano sui cittadini delle fasce più deboli il fallimento delle loro politiche energetiche ma c’è chi non ha il pudore di appuntarsi la coccarda ecologista andando oltre le misure dell’accordo padano, come nel caso di Verona che mantiene in vigore il Mobility Day. Al bareto, come mi riferisce il mio Gino, sono tutti rabbiosi. Il ragionier Dolimàn, montato sopra un tavolo, ha detto che non ha senso pagare l’assicurazione per intero se l’auto la si tiene in garage per cinque giorni la settimana più le sette domeniche del Mobility Day. Molti avventori, per non subire l’umiliazione di esibire ai vigili il modello Isee, magari in mezzo alla gente che fa capannello attorno, rinunceranno a giovarsi della deroga. «Mi - ha detto el Nane Bruseghìn tirando ’na siràca - no vói mostràrghe i me afàri ai altri. Pitòsto vao a pié». El Nino Patàca che vende auto usate sarà costretto a chiudere bottega. «Ci saràrlo chel mona - ha detto - che cromparà ’n’auto che no la pol circolar?». L’economista Johnny Salame prevede che le discutibili misure antismog produrranno più spegàssi che benefici. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1