Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
26 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

03.09.2018

Perché non ha colpe
il sindaco copione

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Prendo le difese del sindaco grillino di Avellino, Vincenzo Ciampi, - scrive la Olga - accusato di aver copiato pari pari il programma del sindaco di Verona Sboarina. L’accusa è fondata perché il buon Vincenzo si è limitato al copia-incolla sostituendo il nome della nostra città con la sua, ma è inconsistente. La sua unica colpa, peraltro veniale, è stata di non aver cambiato qua e là qualche aggettivo e qualche avverbio, di non aver fatto ricorso a qualche sinonimo, di non aver invertito punti e virgole e di non aver squadrato le parentesi tonde. Essendo lui un sindaco pentastellato, avrebbe potuto diversificarsi dal suo collega di centrodestra sbagliando qualche congiuntivo. Ma poco sarebbe contato perché i programmi dei sindaci, di qualsiasi partito siano, nella sostanza sono tutti uguali: grande attenzione ai giovani, rilancio della politica della famiglia, asili nido anche per gli anziani, salubrità dell’aria, scuole, sicurezza, lavoro, e via dicendo. È pur vero che i grillini hanno il vizietto di copiare. Il loro programma per lo "Sviluppo economico" saccheggia studi della Bocconi senza citarne la fonte e il suo punto forte è la fotocopia di un saggio di un celebre economista francese non menzionato, ma non buttiamogli addosso la croce per così poco. A un convegno della Dc tenutosi alla Gran Guardia molti anni fa un deputato veronese fece suo un discorso di Churchill sulla guerra contro i Boeri. Giustamente il sindaco di Avellino si è difeso dicendo che non poteva fare altrimenti perché il programma di Sboarina era del tutto condivisibile. Chissà quanti altri sindaci si saranno copiati tra di loro, visto che le cose da dire sono le stesse e sono tutte contenute nel grande libro della demagogia che ha più parole maiuscole di un messale e che anche Sboarina dà prova di consultare spesso. Verona e Avellino hanno in comune solo il programma ma questo è più che sufficiente per porre le basi di un gemellaggio. Il mio Gino è andato vedere sull’atlante vinto con i dadi Knorr dove si trova Avellino e, dopo averlo trovato, mi ha detto: «L’è distante, credo che el sindaco de quele bande el g’àbia ’na talpa nel nostro consilio comunale».

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1