20 gennaio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

13.10.2018

No l’Arena ai rochettari?
Ma se la cagnara piace...

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Di mattina bonóra - scrive la Olga - mi telefona la Elide. Mi chiede se ho letto sul giornale che il soprintendente ha detto che l’Arena la cróa zó. E aggiunge che el sarìa un pecà perché è vero che senza l’Arena se sgranda piassa Bra e ci starebbero più sagre, ma Verona perderebbe la principale attrattiva per i turisti, e per noialtri veronesi, abituati a vederla fin da piccoli, sarebbe una desgràssia mia da póco. Le rispondo che per adesso no cróa zó gnente e che il soprintendente, rivolgendosi ai nostri amministratori, ha detto soltanto che si deve avere più cura dell’Arena, evitando di darla ai rochettari che si portano dietro decine di migliaia di fans fracassoni che ballano e saltano sui gradoni. Almeno me par che el volesse dir questo - aggiungo - quando l’à parlà de "utilizzo di qualità". «A dir la verità - mi risponde la Elide - ò léto in prèssia parché el me Remigio el stava ostiando contro Di Maio e Salvini che i ne fa pèrdar i pochi schei che g’avémo in banca e el me distraéa. Ma adesso me par che oltre al discorso dei concerti rock, in Arena, l’ano che vièn ghe sarà anca l’arivo del Giro d’Italia». Le rispondo che così hanno deciso perché bisogna dire di sì a tutti e a tutto, e che non credo che a questa amministrazione interessino tanto le preoccupazioni del soprintendente. E poi bisogna vedere che cosa intendono il sindaco e i suoi assessori per "utilizzo di qualità". Può darsi che Baglioni, Morandi, Jovanotti e compagnia bella rientrino nei requisiti per un uso responsabile dell’Arena. Portano tanta gente, tanti foresti col sacco a pelo e questa è la cosa che conta. La cagnara è il broccolo all’occhiello di questa amministrazione». La Elide mi dice che, pur abitando in città, anca lei e il suo Remigio, dopo i concerti dei rochettari in Arena, passano la notte nel sacco a pelo nei giardini della Bra. «Du vèci come voàltri? E questo lo ciàmito decoro?» le chiedo. «Lo ciàmo gòdarse la vita. Ti no tè mai proà el borésso che te dà el sacco a pelo matrimoniale con vista su l’Arena» mi risponde. Le dico che a me la cagnara non piace e che, come il soprintendente, l’Arena la considero prima di tutto un monumento da rispettare. «Mi la rispèto - mi risponde - ma me par che la vècia te sìi ti, no mi». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1