20 gennaio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

08.12.2018

Le letterine sulla
Stella faranno tendenza

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Evadendo l’imposta di affissione - scrive la Olga - quindici bambini hanno incollato alla stella di piazza Bra le loro letterine di Santa Lucia. L’innocenza dovrebbe essere esentasse e quindi i pargoli non dovrebbero correre il rischio di sanzioni come invece è capitato a quel bambino che nel 2007, in barba all’ordinanza dell’allora sindaco, venne colto in flagranza mentre mangiava un panino sulle scale del municipio. Ma è indubbio che il gesto, concertato o meno, sta creando un precedente non da poco. Basti pensare a quello che sta succedendo alla Casa di Giulietta: molti anni fa un cuore solitario incise la sua prima invocazione d’amore sui muri dell’androne del celebre cortile innescando un’incontenibile ondata graffitara che oggi avviene con ogni mezzo possibile e immaginabile, comprese le letterine appiccicate col chewingum o con altri discutibili collanti. Come infatti sostiene il filosofo-psicologo-sociologo Strusa, «Le pargolette mani faranno tendenza ed è scontato che, fin da ora, altre letterine di Santa Lucia verranno attaccate al freddo ma simbolico acciaio e che negli anni a venire la moda esploderà in maniera tale che la stella ne sarà tutta tappezzata, non solo ad altezza di bambino o di genitore complice, ma lungo tutta la sua considerevole estensione caudale poiché i vigili del fuoco non si potranno esimere, dato il loro proverbiale buon cuore, di mettersi a disposizione con le loro scale». Il fenomeno, secondo el Strusa, «da locale coinvolgerà anche altre città che condividono con noi la tradizione di Santa Lucia ma anche altre nazioni tra cui la Svezia, la Finlandia e la Russia, dando origine a un travolgente turismo infantile che metterà in difficoltà la capacità delle nostre strutture ricettive». El Strusa si rifiuta infatti di pensare che il Comune, con insospettabile crudeltà, decida di stroncare sul nascere la nuova tendenza ordinando ai vigili di liberare la stella dalle innocenti affissioni e di scongiurarne altre mediante un servizio permanente di polizia, «un atto di repressione inaudita ancorché inedita che - come dice - scatenerebbe la rivolta dei bambini, la più temibile di tutte le possibili sollevazioni». •

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1