Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 novembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

27.04.2018

La rotonda? No una scicàn
per go-kart a pedali

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Le rotonde - scrive la Olga - dovrebbero avere lo scopo di sveltire il traffico ma in realtà lo incasinano. L’ennesima conferma si è avuta domenica mattina in via Fincato e in via Valpantena dove, a causa della nuova rotonda, si è formata una colonna di tre chilometri. A dire la verità, non è una rotonda classica ma una virgola e contro virgola col punto esclamativo che rappresenta il possibile botto che si può fare se non si rispetta l’astrusa precedenza. Tra gli automobilisti in coda c’era anche il cinese Tan detto Tano con la moglie Lin detta Wanda e una canoa sul tettuccio del furgonsìn Ape. El Tano va sui monti della Lessinia col canotto perché gli piace pagaiare nelle pòce dove bevono le vacche. Ieri le pòce erano mosse perché c’era un po’ di vento e quando lui e la Wanda sono tornati ci hanno raccontato che sono stati leccati tutto il giorno dalle vacche perché il vento spingeva la canoa verso i bordi. Sembravano felici per le leccate ma erano rabbiosi per la coda che avevano dovuto fare. Non sapendo della rotonda, pensavano che il traffico fosse rallentato dall’esodo dei veronesi verso i monti per sfuggire al caldo di una città precocemente estiva. Poi quando sono arrivati alla virgola e contro virgola hanno capito che il problema era un geometra e hanno scosso la testa ma lentamente perché temevano che dei movimenti bruschi facessero cadere la canoa. Il geometra Trivèla del bareto sapeva della rotonda ma non l’aveva ancora vista e così ieri, dopo la descrizione che ne hanno fatto el Tano e la Wanda, ci è andato per un sopralluogo. Come ha poi detto al mio Gino, più che una rotonda, data la strettezza della carreggiata, è una scicàn da pista per go-kart a pedali. El Trivèla non è il più indicato a criticare le cose che fanno i colleghi perché l’unica rotonda che ha progettato è quadrata. Sta di fatto che sono poche le rotonde della città e della provincia che non sembrano essere state disegnate con la testa nel sacco, e tra queste ci metto quelle di corso Milano che prima di affrontarle i credenti recitano tre Pateravegloria mentre invece i non credenti le evitano percorrendo strade parallele. La Wanda mi ha detto che essere leccati dalle vacche fa bene alla pelle più di tante boiate cosmetiche. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1