Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 agosto 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

14.03.2017

La coerenza di Zaia
Se la prende col Sud ma...

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Il presidente della Regione, Zaia, - scrive la Olga - si mostra infuriato perché gli incassi dei ticket sanitari del Veneto sono quattro volte di più di quelli della Sicilia e della Campania, segno che da quelle parti sono in pochi a pagarli. L’esternazione della sua furia è un atto dovuto mentre la nostra è bile vera e cronica, e non solo per questo.

Zaia dimentica infatti che due giorni prima che l’agenzia Agenas diffondesse i dati che l’hanno fatto uscire dai gangheri, ci aveva imposto una tassa madornale e odiosa per il completamento della Pedemontana, la superstrada del Prosecco, e per tappare i buchi della Sanità. Come ha detto il filosofo-psicologo-sociologo Strusa, che ieri ha partecipato (c’eravamo anch’io e il mio Gino) alla gita del bareto a Pelaloco, Zaia ha sperato che il clamore che avrebbero suscitato le ingiuste disparità (ma ci saremmo semmai sorpresi del contrario) tra Nord e Sud anche sui ticket della Sanità, avrebbe fatto passare in secondo piano la sua maramalda idea di farci pagare una superstrada di cui non ce ne frega un amato piffero.

Quello che succede al Sud lo sappiamo e ora abbiamo anche la prova che dobbiamo pagare i ticket sanitari anche per la moltitudine dei falsi "esenti" di quelle parti, ma mai ci saremmo aspettati di essere tassati, non dal governo nazionale ma da quello regionale (quello che si infuria per le ingiustizie che patiamo), per una strada che va bene solo alle industrie per le quali più strade ci sono più camion con le loro merci ci possono transitare. El Strusa, riferendosi al pensiero di uno dei suoi maestri, el Pico Strassón, ha detto che la coerenza per i politici ha la stessa funzione della carta igienica, ma ha evitato di usare il verbo che avrebbe dovuto completare la frase perché si sarebbe autocitato per un’operazione necessaria ma poco elegante.

Dunque el Zaia che da una parte se la prende con le regioni del Sud, colpevoli di non smascherare i falsi "esenti", ma che dall’altra, nonostante le proteste dei veneti, non fa marcia indrìo su una supertassa senza precedenti, stupida e prepotente, secondo el Pico Strassón sarebbe coerente come la carta igienica, non quella morbida e delicata ma quella che gratta come la carta da formaio.

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1