20 gennaio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

20.10.2018

E se magari domani
facessimo carpùling?

La Posta della Olga
La Posta della Olga

«Ho chiesto al mio Gino - scrive la Olga - se domani, che c’è il Mobility Day, facciamo il car pùling perché, oltretutto, mi piacerebbe fare una cosa che ha il nome inglese. «Se pol proàr» mi ha risposto, e allora ho telefonato alla Elide. «Te me ciàmi massa tardi - mi ha risposto - parché mi e el me Remigio sémo zà in parola con l’Ofelia e el Teodoro e restarìa un posto solo». Allora ho telefonato alla Candida che è vedova e stava appunto cercando di fare car pùling con qualcuno perché doveva andare al cimitero a trovare el so pòro marì. Avendo noi un’auto euro 0 a quattro posti ma omologata per cinque, ho chiesto alla Candida di trovare altri due passeggeri perché, dividendo la spesa per la benzina, più gente avremmo imbarcato più avremmo risparmiato. «Dàme un quarto d’ora» mi ha risposto. E, puntuale, la Candida mi ha richiamato per dirmi che avevano aderito el pescadór Lènsa e la Betty Marùgola. Le ho fatto presente che noialtri, dovendo andare a complimentarci con la Bice che aveva avuto il sesto neódo, ce la saremmo sbrigata in una mezzoretta al massimo. «Bene - mi ha risposto - Mi no credo de métarghe de più a cambiàrghe i fiori al me Nino e a dìrghe n’orassión. Intanto voaltri, se no volì spetàrme in machina, podì vègnar sul cimitero con mi a fàrghe visita ai vostri defunti. «Podaréssimo» ho risposto. La Candida mi ha poi espresso le esigenze degli altri due carpulisti. El pescadór Lènsa sarebbe venuto con la canna da pesca, el lingossìn, el sestìn de vimini par i péssi, i bagatìni e avrebbe dovuto sedersi davanti per via degli stivaloni e tutto il resto. «Naturalmente lo dovaréssimo portàr a l’Àdese» ho detto. «Sì, al Pestrìn - ha risposto - Tre oréte e intanto noaltri podaréssimo sentàrse su l’àlzare a guardarlo». La quinta passeggera, la Betty Marùgola, doveva fare un’improvvisata al suo nuovo moroso ma, come ha detto la Candida, il tempo di certe improvvisate non può essere quantificabile. Bisognava comunque cominciare col pescadór, alle sei di mattina, per poi fare tappa al cimitero mentre la Betty Marùgola poteva essere lasciata per ultima perché le improvvisate si possono fare a qualsiasi ora. «E se stéssimo a casa?» mi ha detto il mio Gino. «Forse l’è mèio» gli ho risposto. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1