Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 maggio 2017

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

17.02.2017

E le «buse» nelle strade
diventano un’attrazione

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Per attraversare la città - scrive la Olga - quest’anno il corteo del Vènardi gnocolàr ci impiegherà più del solito perché procederà a zigzag. La notizia me l’ha data il mio Gino che, a sua volta, l’ha sentita al bareto.

Nuove disposizioni del comitato centrale del Carnevàl per marcare la discontinuità rispetto ai sessant’anni di carnevali del regno di Ginetto D’Agostino o maschere imbriàghe ancora prima di sera quando si stapperanno le damigiane? ho chiesto al mio Gino.

«No, - mi ha risposto - il corteo procederà a zigzag par scansàr le buse». E allora mi è venuto in mente che nel bilancio di previsione votato dal Consiglio comunale, i schei destinati a stupàr le buse delle strade sono stati spostati sul capitolo di spesa per il recupero dell’Arsenale.

«Cosa vuto mai - ho detto al mio Gino - el nissól l’è curto». Gli ho chiesto se c’è stata qualche protesta da parte del Papà del gnoco, del principe Reboano, del conte Polentón, eccetera.

«Solo qualche siràca da parte di Attila, la maschera de Quinsàn, che, del resto, l’è abituà a tirar siràche anca quando no ocór, ma gnente de più - mi ha risposto - parché, come l’à dito el Papà del Gnoco, bisogna far de necessità virtù».

E dove è la la virtù ne l’andàr de trabalón come i imbriàghi? ho chiesto al mio Gino. «Se te me làssi finìr de parlàr te spiego - mi ha risposto -. El Taba, cioè el Papà del Gnoco, l’à dito che sicóme le màscare e el contorno iè stessi da sent’ani, st’ano l’andàr a zigzag la pol èssar ’na novità par el publico dei grandi (i butini i se gode sempre) che el ghe n’à ormai le bale piene de védar sempre le stesse robe».

Il mio Gino mi ha spiegato che non si tratterà solo di andare a zigzag ma che attorno alle buse più grosse il corteo farà un doppio giro e ci saranno dei nani che ci salteranno dentro agitando delle stelle filanti e poi saranno tirati su con una sóga da Mastro Sogàr.

Insomma le buse saranno un’attrazione ed è precisamente ciò che vuole il Comune, visto che non ha i schei per stupàrle. Secondo il mio Gino, che riporta quello che si dice al bareto, la decisione di valorizzare le buse rendendole funzionali al corteo del Vènardi gnocolàr sarebbe stata presa durante una riunione tra capi del Comune e del Carnevàl, che in qualche caso coincidono.

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1