19 marzo 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

24.12.2018

E adesso i patentati
clic-clic rifacciano l’esame

La Posta della Olga
La Posta della Olga

Una volta - scrive la Olga - a un automobilista che ti tagliava la strada o metteva la freccia a destra e girava a sinistra o non rispettava la precedenza o era impacciato nella guida, si gridava «Ma chi t'ha dato la patente?». Ora, con la degenerazione del lessico, gli si grida qualcos'altro di molto meno elegante e, oltre a lui (o lei), si offendono anche i parenti che non c'entrano. Probabilmente non c'entra neanche lui (o lei) perché il colpevole è chi, appunto, gli ha dato la patente. Lo scandalo delle patenti facili che ha portato all'arresto di un funzionario della Motorizzazione Civile e del titolare di un'autoscuola nonché alla denuncia di altre 22 persone, avvalora i sospetti che io e il mio Gino abbiamo sempre avuto, e cioè che sull'auto molti automobilisti non dovrebbero salire neanche in garage e a motore spento. Non è un caso isolato perché di molti altri abbiamo letto in passato. Puniti i responsabili, sono rimasti però i patentati fasulli, per cui circolare in auto sapendo che puoi rischiare la vita per colpa di automobilisti che, non fossero stati aiutati da esaminatori corrotti sarebbero stati bocciati perfino alla prova teorica e pratica di guida col triciclo, è come giocare alla roulette russa. «Gino, la ris-cémo ancó?» dico a mio marito ogni volta che dobbiamo tirare fuori dal garage l'auto per andare da qualche parte. All'esame di teoria il funzionario della Motorizzazione arrestato indirizzava il candidato a dare la risposta esatta facendo clic-clic con la penna. Non si sa come lo favorisse poi all'esame di pratica, fatto sta che gli iscritti a certe autoscuole erano promossi prima ancora di vedere in faccia l'esaminatore. Nel Paese dei furbi non c'è da meravigliarsi ormai più di niente e l'unica soddisfazione che hanno gli onesti è venire a sapere che qualcuno di questi è stato smascherato. Ma alla bella notizia dell'arresto del funzionario della Motorizzazione e del titolare dell'autoscuola dovrebbe seguirne un'altra di pari bellezza e cioè che tutti i patentati clic-clic che facevano parte della camarilla in quanto sapevano che iscrivendosi a un autoscuola piuttosto che a un'altra sarebbero stati favoriti, venga tolto il titolo di guida e debbano quindi ripetere l'esame.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1