20 gennaio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

La Posta

11.10.2018

Code di Tir al Brennero
per il tunnel di Toninelli

La Posta della Olga
La Posta della Olga

C’è un gran casino al Brennero - scrive la Olga - dopo che il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, il grillino Toninelli, ha dato la meravigliosa notizia, che tutti incredibilmente ignoravano, dell’esistenza di un tunnel autostradale che collega l’Italia all’Austria. Una coda interminabile di Tir e di auto sta cercando la galleria che inconcepibilmente non è segnalata da alcun cartello. Come informa telefonicamente un cugino del ragionier Dolimàn, commesso viaggiatore, dopo una notte inutilmente trascorsa a scrutare con gli abbaglianti le pendici delle montagne in cerca dell’imbocco della galleria, camionisti e automobilisti sono scesi dai loro mezzi e continuano la perlustrazione a piedi, anche con l’ausilio di cani da tunnel. Un montanaro ignorante che parlava solo in tedesco ha rischiato il linciaggio quando, in un riprovevole tentativo di depistaggio, ha detto che effettivamente una galleria c’era ma era ancora in costruzione e vi sarebbero comunque passati solo i treni. Non era possibile che un ministro della Repubblica, e per di più preposto alle Infrastrutture e ai Trasporti, avesse preso un granchio. È pur vero che sul nuovo ponte autostradale di Genova aveva detto un sacco di puttanate, tipo, per esempio, quella che ci vorrebbe aprire ristoranti, bar e nàit cleb, ma non si poteva inventare dal nulla una galleria di grande importanza strategica che collega due nazioni. Anche la Gelmini quando era ministra all’Istruzione nel governo Berlusconi si era inventata un tunnel che collegava il Gran Sasso col Cern di Ginevra, ma non aveva provocato intasamenti di traffico perché nel lunghissimo corridoio sotterraneo vi potevano transitare solo i protoni. Intanto la coda si sta allungando e, al momento, l’Autobrennero è bloccata al punto che vengono segnalati rallentamenti già a Rovereto. Un cane da tunnel che aveva scambiato la galleria per una grotta dove si infrattano gli Schützen con le prostitute è stato declassato a gatto. Da Verona e da Bergamo sono partiti, via mare, gli alpini per portare soccorso a camionisti e automobilisti che cominciano a essere allo stremo. La colpa è ovviamente di quelli che non hanno messo i cartelli segnalatori. Della intollerabile negligenza si occuperà, con provvedimenti drastici, il ministro Toninelli nelle prossime ore. •

Silvino Gonzato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1