Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Ricette

27.07.2018

«Deve riposare
anche da stesa
Nel forno? Spostarla»

Un successo in sei passi. È quello che otterrete seguendo il procedimento consigliato dallo chef Matteo Aloe. Gli ingredienti li trovate qui a destra. 1. SETACCIA assieme la farina di tipo 1 e la semola, mettine metà in una ciotola, fai un buco al centro e versa la pasta madre rinfrescata, l’acqua e il malto. Mescola con le mani finché non ottieni un composto omogeneo e lascia riposare per 30 minuti. Aggiungi la farina restante poco alla volta, mescolando energicamente con la mano. Impasta per circa 10 minuti fino a quando l’impasto è liscio. 2. FAI UNA PALLA con l’impasto, olia una ciotola capiente e adagia la palla di impasto. Copri con pellicola e lascia a temperatura ambiente fino a quando è raddoppiata di volume (circa 5-6 ore). 3. OLIA UNA TEGLIA tonda di circa 34 cm già due ore prima di cuocere. Trasporta delicatamente la palla di impasto e con le dita stendila su tutta la teglia oliata, partendo dal centro verso l’esterno. Copri con la pellicola e lascia riposare per almeno altre 2 ore. Nel frattempo riscalda il forno al massimo della sua temperatura (240°C). 4. SCHIACCIA I POMODORI pelati a mano o con una forchetta e condisci con olio e sale. Cospargi il pomodoro sulla pizza delicatamente senza pressare su l’impasto. Inforna poggiando la teglia sul fondo del forno per 7 minuti. 5. MUOVI LA TEGLIA al piano medio del forno e cuoci per altri 6 minuti, aggiungendo il fiordilatte spezzato a mano l’ultimo minuto. 6. TAGLIA in 8 spicchi, condisci con olio d’oliva e basilico spezzettato. •

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1