Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
21 settembre 2018

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Prodotti & Mercato

04.05.2018

Sempre più glamour
e social, imperversa
la pic-nic mania

Il pic-nic 2.0? Strizza l’occhio alla moda e ai social network
Il pic-nic 2.0? Strizza l’occhio alla moda e ai social network

Oltre la metà degli italiani, il 16% in più rispetto allo scorso anno, si è concesso un pic nic all’aria aperta durante i ponti di primavera del 2018. È quanto emerge dall’ultima indagine Ipsos sulle abitudini dei connazionali, nel precisare che si tratta di una scelta motivata più dalla voglia di divertirsi in compagnia in modo libero e rilassante, che dal fattore economico importante solo per l’11% del campione. I risultati dell’indagine sono stati resi a Villa Pamphili di Roma, in occasione dell’evento «Pic nic mania», dove quattro vip hanno gareggiato preparando il loro cestino ideale, dall’attrice Sandra Milo, al personaggio televisivo Raffaello Tonon, a Francisco Porcella, campione mondiale di surf e attuale concorrente di Ballando con le stelle, al gastrosofo Alex Revelli Sorini. Sotto i riflettori l’evoluzione nel tempo del picnic che sta vivendo una stagione di grandi innovazioni e nuove tendenze. Si spazia dal «pic-chic», dove prelibatezze gourmet vengono custodite in cestini glamour, alla nuova frontiera del social eating, che consente attraverso un’app di farsi recapitare il proprio cestino direttamente al parco dove si è scelto di passare qualche ora di relax. Quanto a cosa hanno messo gli italiani nel cestino, secondo l’indagine, a trionfare sulle intramontabili tovaglie a scacchi è stato il grande classico di pane e salame, scelto dal 71% degli intervistati, al secondo posto la torta salata (65%) e al terzo l’insalata di pasta (60%). • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1