20 febbraio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Economia

29.10.2013

«Editoria in crisi, servono nuove idee»

Giovanni Legnini
Giovanni Legnini

Venezia. Confronto a tutto campo tra operatori del settore (giornalisti, direttori ed editori), istituzioni e parti sociali agli «Stati generali dell'informazione nel Veneto», organizzato ieri a Palazzo Labia, a Venezia, da Ordine e Sindacato dei giornalisti veneti e dal Consiglio regionale per guardare al futuro, «oltre la crisi» dell'editoria.  La Regione Veneto si è mossa sul fronte della crisi dell'editoria con una proposta di legge che prevede contributi in conto capitale e in conto interessi e agevolazioni fiscali a sostegno delle imprese editoriali (emittenti, testate giornalistiche, agenzie web, uffici stampa) per aiutarle a fronteggiare una crisi di sistema che non ha precedenti.  «A fronte della crisi dell'editoria il governo si è mosso e si sta muovendo in modo tempestivo», ha detto da parte sua il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'Editoria, Giovanni Legnini, che ha ricordato il protocollo d'intesa siglato nell'agosto scorso «con l'intera filiera dell'editoria, dagli editori agli edicolanti: stiamo traducendo in norme quell'accordo. La prima importante risposta è contenuta nella Legge di Stabilità: il fondo anticrisi e per l'innovazione». Fondo, ha ricordato, per gli investimenti per il digitale, l'assunzione dei giovani, gli ammortizzatori sociali e i sostegni all'uscita. Legnini ha quindi evidenziato il pacchetto «di norme importanti che introdurremo in un ulteriore prossimo provvedimento per declinare i punti dell'intesa del 6 agosto». Nella tavola rotonda del pomeriggio fra editori e direttori, il consigliere delegato di Athesis, l'editrice dell'Arena, Alessandro Zelger, ha fatto notare che «c'è bisogno di novità nella tv, nella carta stampata e nel web. Occorre puntare sulle idee, sia nella pubblicità che nel prodotto editoriale e fare qualcosa di nuovo nei nostri giornali, nel web e nella televisione. La gente ci chiede novità. Siamo sicuri che l'appeal al quale puntiamo è valido? Che quell'appeal è contestualizzato nella realtà di oggi?».  Il direttore dell'Arena, Maurizio Cattaneo, ha annunciato che il sito web del giornale (www.larena.it) a breve avrà «una nuova release con più contenuti filmati. È importante avere un rapporto stretto con il territorio, con un'informazione che ruota attorno al sito web. La nostra idea è che l'informazione su Verona dobbiamo essere noi: un'informazione declinata su molti media, che punta sulla novità per dare un prodotto di qualità. La nostra società editrice si sta preparando a questo. Da parte mia, credo molto alla squadra, al ruolo dei giornalisti: la chiave di lettura della nuova informazione è che tutta l'innovazione va declinata con la professionalità giornalistica».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1