giovedì, 21 settembre 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

17.10.2011

Il sindaco Tosi spara alla lepre
e impallina un trentenne

Il sindaco Flavio Tosi
Il sindaco Flavio Tosi

Terzo di Aquileia. Incidente di caccia per il sindaco Flavio Tosi. Il primo cittadino appassionato seguace di Diana sabato era a una battuta nella tenuta friulana del viticoltore Zonin a Terzo di Aquileia in provincia di Udine. Era caccia alla lepre. Tosi, che per inciso è presidente della sezione veneta di Federcaccia, ha esploso un colpo verso una lepre e tre pallini di rimbalzo hanno colpito il polso e un ginocchio di un osservatore che era nel suo gruppo.
«Non è accaduto niente di grave, per fortuna», ha detto il sindaco interpellato sull'accaduto, «è stato un colpo di rimbalzo, soltanto tre pallini del 6, davvero molto piccoli, e sono stati estratti».
Il ferito è stato operato all'ospedale di Monfalcone, ha riportato soltanto ferite superficiali e non sembra intenzionato a sporgere denuncia.
L'incidente è avvenuto intorno alle ore 12.30. Alle 14 il trentenne si è presentato all'ospedale di Monfalcone con i pallini da caccia infilati nel polso e nella gamba. È così che sono cominciati gli accertamenti che hanno portato a individuare in Tosi il cacciatore che ha ferito accidentalmente l'osservatore.
Il trentenne ferito, sulla cui identità al momento non si conoscono ulteriori dettagli, all'inizio non voleva nemmeno farsi medicare. Il bruciore provocato dai pallini però alla fine lo ha spinto a rivolgersi ai medici dell'ospedale che, a quel punto, hanno chiamato il commissariato di Monfalcone perchè si trattava appunto di un incidente di caccia.
Agli agenti il trentenne ha fornito una spiegazione un po' confusa dell'accaduto e il suo racconto non è parso particolarmente credibile, ma è probabile che l'uomo volesse in qualche modo tutelare il buon nome della riserva dove lui sta per essere assunto proprio come osservatore. Sono state fatte così ulteriori indagini nella riserva di caccia, dove è giunta nel pomeriggio anche la squadra della Mobile di Udine per fare luce sulla vicenda.
Da quanto accertato, avevano partecipato alla battuta 3-4 gruppi di cacciatori, ciascuno con i propri osservatori e incaricati di prendere la preda una volta uccisa.
Tra i partecipanti alla battuta di caccia, assieme a Tosi, c'erano anche altre personalità tra cui un primario di Vicenza e altri imprenditori. Intorno alle 12.30 i cani hanno stanato una lepre; Tosi l'ha colpita, ma alcuni pallini di risulta, forse sei o sette, sono rimbalzati, tre di essi hanno colpito il trentenne.
La Procura di Udine oggi potrebbe aprire un fascicolo per lesioni colpose, che può rimanere aperto tre mesi, il tempo entro il quale il ferito può decidere se sporgere denuncia o meno. Non dovesse arrivare la querela, la vicenda si chiuderebbe automaticamente con l'archiviazione. Ma prima è necessario avere la certezza che a colpire il giovane sia stato proprio Tosi e per questo saranno sentititi tutti quelli che hanno partecipato alla battuta di sabato. Dal canto suo Tosi dice: «Boh, sarei portato a dire che i pallini che hanno colpito di rimbalzo l'osservatore sono i miei. Lui era spostato di una cinquantina di metri rispetto a me ed era nel mio gruppo. Mi pare che si sta facendo tanto clamore per una vicenda che non lo merita. Tra l'altro sono stati ben 8 gli inquirenti tra polizia provinciale, guardie forestali e polizia di Stato che hanno ascoltato il ferito che entrato in ospedale alle 13.30 circa ha potuto entrare il sala operatoria soltanto alle 20».© RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandra Vaccari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Una bimba di 14 mesi è stata sbranata dai due pit-bull di casa. Vanno vietate le razze a rischio?
ok

Sport

Spettacoli