sabato, 19 agosto 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

23.05.2013

Ha camminato 48 ore di fila
per offrire dati ai ricercatori

Manfredi Salemme mentre viene sottoposto ad alcuni prelievi
Manfredi Salemme mentre viene sottoposto ad alcuni prelievi

Impresa compiuta. La prima edizione del «Festival del cammino» che si è svolta ad Affi ha colto nel segno nonostante la pioggia che ha disturbato non poco i camminatori. In particolare il leggendario Manfredi Salemme, grande appassionato di trekking che è riuscito nell'impresa di camminare per 48 ore filate.  A un certo punto per combattere il dolore ai piedi ha continuato la sua prestazione a piedi nudi nel parco dell'ex stazione ferroviaria, quartier generale di questo evento scientifico e promozionale di ultra endurance La manifestazione è stata organizzata da Comune di Affi, facoltà di Scienze motorie di Verona ed Enna, Associazione Nordic Walking Italia (Anwi), Associazione diabetici Verona, Avis, Amici del cuore e Admo. La manifestazione ha avuto un risvolto scientifico: i ricercatori delle Università di Verona ed Enna hanno sviluppato un progetto mirato alla valutazione della risposta psico-fisica al cammino protratto per lungo tempo. Manfredi Salemme, classe 1947, testimonial dell'Admo (Associazione donatori midollo osseo) che ha all'attivo epiche camminate come l'intero Appennino Ligure (400 chilometri) la dorsale appenninica da Genova A Erice (1.750 chilometri) o l'arco alpino tra Trieste e Savona (1.450 chilometri), non è stato l'unico «eroe» del Festival del cammino. Altri hanno scarpinato per ore e sono stati premiati dal sindaco di Affi Roberto Bonometti. Tra questi anche Paola Ridolfi che non si è fermata per 24 ore. Hanno camminato per 12 ore invece Alda Adami, Efrem Giacomazzi, Giorgio Giacomelli e il professor Federico Schena della Facoltà di Scienze motorie dell'Università di Verona che ha aiutato il sindaco nelle premiazioni.  «Spero che questa sia la prima edizione di una lunga serie del Festival del cammino», ha detto il sindaco Bonometti. «La nostra amministrazione sta lavorando per migliorare la qualità della vita attraverso buone pratiche. Ciò rientra in un progetto complessivo, il progetto Set (Sociale, ecologia, territorio, ndr) che stiamo portando avanti con convinzione. Questo evento è servito anche per promuovere il nostro territorio che offre scorci e zone suggestive a ridosso della riviera gardesana. Ringrazio gli enti e le associazioni che hanno collaborato. In questo contesto abbiamo inaugurato tre nuovi percorsi attrezzati e dotati di apposite segnaletiche che informano pure sul consumo di chilocalorie a seconda del peso corporeo». Un'ottima occasione quindi per rimettersi in forma. Camminando sul percorso bianco, medio, poco più di sei chilometri e mezzo, si bruciano a passo lento, a seconda del peso della persona, dalle 249 alle 415 chilocalorie. A passo veloce dalle 317 alle 528. Sul percorso rosso, il più breve, 3.322 metri, col passo lento si bruciano dalle 124 alle 207 chilocalorie e con quello veloce dalle 158 alle 263. Il massimo lo si raggiunge con il percorso verde, quello più lungo, quasi dieci chilometri e mezzo su e giù nei boschi del suggestivo Monte Moscal, con splendido panorama sul Garda. A passo lento si consumano dalle 445 alle 741 chilocalorie e a passo veloce dalle 552 alle 919. Non resta che indossare tuta, calzature adeguate e un paio di bastoncini da «camminata nordica» e prendere esempio da Manfredi Salemme che assicura: «Fate come me, starete bene, benissimo. Il test costume? Non ci penserete mai più».

Luca Belligoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Parte il campionato di Serie A, riusciranno a salvarsi le veronesi?
ok

Sport