venerdì, 26 maggio 2017
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

10.10.2013

Attività ed aziende veronesi  
in vendita ai cinesi sul web

L'homepage del sito italo-cinese"vendereaicinesi.it"
L'homepage del sito italo-cinese"vendereaicinesi.it"

Vendere ai cinesi ciò che gli italiani non possono (più) acquistare. Ville, appartamenti, ma anche negozi di abbigliamenti, di estetica fino a vere e proprie industrie.  Sono molti i veronesi che hanno inserito un'inserzione sul sito vendereaicinesi.it, portale web on line dal febbraio scorso, grazie a un'intuizione della società piemontese Mito, nata non a caso dalla collaborazione tra imprenditori italiani e cinesi.  L'idea è questa: creare un ponte virtuale tra Italia e Cina, per rispondere al forte interesse di imprenditori orientali all'acquisizione di attività commerciali e immobili su tutto il territorio nazionale. Un progetto che, chiaramente, incontra anche le necessità degli italiani. Oggi, è un dato di fatto, i cinesi sono acquirenti interessanti e interessati. Gli italiani lo sono in misura minore: hanno meno disponibilità, molto meno accesso al credito.  «Abbiamo scoperto in seguito che i cinesi sia residenti in Italia che in Cina adorano ed apprezzano il Made in Italy», spiegano i creatori, «e attraverso questi annunci economici tradotti dall'italiano al cinese abbattiamo la barriera linguistica che fino ad ora ha diviso le due culture e ha reso difficili i rapporti economico-commerciali».  E gli annunci inseriti da veronesi sono parecchi.  Ci sono offerte nel settore residenziale, come la villetta singola con piscina di Castel D'Azzano e la «stupenda villa a schiera d'angolo disposta su tre livelli» di Bonavigo: prezzo di partenza, 200mila euro. Spostandosi a Zevio c'è una porzione di casa bifamigliare, circondata dai campi di mele, venduta a 370mila euro.  Numerose sono anche le offerte presenti in città, da un appartamento in zona fiera a una mansarda bicamere in via Mameli, venduta a 65mila euro.  Sono parecchi poi i titolari di attività commerciali che si sono rivolti a questo strumento: da chi vuole vendere un bar tavola calda nel centro storico di Verona, con «ottimo cassetto incrementabile», al proprietario dello «storico e avviato negozio di merceria nel centro di Verona», in vicolo cieco Agnello, proposto a 65mila euro. Spostandosi in provincia, a Peschiera del Garda c'è un'attività di abbigliamento «nella via più commerciale del paese» e, sempre in zona centrale, uno studio professionale di 200metri quadri venduto a 340mila euro.  E ancora, a Pescantina, è a disposizione uno storico locale adibito a pub, «ideale per Sushi Wok», giusto per strizzare l'occhio alle tradizioni orientali e infine, a Lazise, un caffè gelateria e pasticceria proposto a 295mila euro. Non manca l'arte: a Monteforte d'Alpone c'è chi vende quadri «realizzati con tecnica antica» a 5mila euro.  In vendita anche gioielli storici in Veneto: a Venezia, ad esempio, è a disposizione un negozio sul ponte di Rialto, mentre un'altra attività a pochi metri da piazza San Marco è (s)venduta a 100mila euro. Sempre nella città lagunare c'è un hotel da 43 camere in vendita a 9milioni di euro: se l'acquirente non si trova, vanno bene anche «partner cinesi per incrementare il lavoro invernale». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesca Lorandi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

#VeronaVota2017 sui Social

Il grafico di SocialMeter misura la popolarità dei candidati in base al numero di citazioni sia positive che negative

Sondaggio

Cassano ha dichiarato che gli piacerebbe giocare nell'Hellas in A. Lo vorreste?
Antonio Cassano
ok

Europa - Verona filo diretto

Sport

Spettacoli